Comincia oggi il mercato invernale

È aperto oggi il mercato invernale. Per un mese, poco meno, saranno le trattative a farla da padrona. Acquisti, cessioni, ma soprattutto tante saranno le voci che rimbalzeranno. Sì, ma il Siena chi compra? Questa la domanda che circola tra i tifosi bianconeri e che si protrarrà fino alle ore 23 del 31 gennaio. La società ha dichiarato di volere mantenere pressoché intatto l’organico, con qualche aggiunta cercando di trovare l’occasione giusta. Ma andiamo per reparti           

DIFESA – Nessuna novità per quanto riguarda i portieri (a meno che Bucuroiu non venga mandato a giocare). In difesa il primo acquisto è in casa: Belmonte vede infatti terminare la sua squalifica e tornerà a piena disposizione di Beretta. Un elemento duttile (può giocare centrale o a destra sia che la Robur giochi a 4 o a 5) che in B può ampiamente dire la sua. Per il resto tornerà Morero dall’infortunio, con i centrali che diventerebbero 7 (considerato anche Feddal  tra i centrali di difesa) e con qualcuno che potrebbe uscire. A destra Angelo rimarrà a meno di offerte particolari mentre dall’altra parte  voci non confermate parlano di Rubin mai utilizzato a Verona qualora partisse Grillo.

CENTROCAMPO – Pochi movimenti, per non dire nessuno. Da valutare se vorranno rimanere i giovani (Schiavone e soprattutto Spinazzola) oppure andare a cercar maggior fortuna altrove. In entrata? Se non parte nessuno, dovrebbe rimanere tutto così, altrimenti si andrà a sopperire alle eventuali partenze. A meno che non arrivi l’occasione.

ATTACCO –L’esplosione di Rosseti ha però dato un’altra carta importante a mister Beretta andando ad aggiungersi a Paolucci e Giannetti (che dovrebbe essere prossimo al rinnovo del contratto). Forse potrebbe arrivare qualcuno, nomi? Guardando i papabili ci sono Ardemagni e Cacia, con ingaggi importanti ma desiderosi di trovare spazio in B, dopo tanta panchina e tribuna in A. Se entra un giocatore partirà probabilmente Scapuzzi, mentre su Bedinelli si era interessata l’Udinese. Poi c’è Rosina dato in partenza fin dal 16 luglio ma tutt’ora a Siena. Resta? Se ne va? La volontà è trattenerlo, a meno che, anche in questo caso, non arrivino soldi importanti.

Fonte: Fedelissimo Online