Colligiana-Carobbi: “Rispetto non paura”

Mister Stefano Carobbi è stato chiaro: a Siena con tutto il rispetto dovuto all’avversario, ma senza alcun timore reverenziale. Siena-Colligiana ha acceso la fantasia del tifo biancorosso, ma lascia del tutto tranquillo l’allenatore colligiano, che non dimentica l’obiettivo stagionale della sua squadra e non affida a una partita il senso di una stagione: «Le qualità e il blasone del Siena non si discutono, ma tutte le squadre che incontriamo partecipano al nostro campionato: al Franchi andiamo per fare la nostra partita, l’importante è che la Colligiana, il cui obiettivo, ricordiamolo, è la salvezza, faccia una buona prestazione: se perdiamo, ma c’è comunque una crescita da questo punto di vista, va bene anche così». L’allenatore ha a disposizione la rosa al gran completo e confida nel fatto che i suoi sappiano mettere in campo lo stesso spirito di squadra mostrato sette giorni fa contro il Bastia: «In quella occasione ho visto la squadra che vorrei sempre vedere, contro qualunque avversario, e il calcio come lo intendo io, fatto di determinazione, intensità, grinta, sacrificio, possesso di palla e coesione fra reparti e giocatori. Se riusciamo a mettere in pratica il nostro gioco ci possiamo divertire. Se c’è tutto questo, se questo è il tipo di prestazione della mia squadra, io sono comunque soddisfatto al di là del risultato». Il tifo biancorosso è pronto per la trasferta: la carovana si muoverà alle 14 dal parcheggio di fronte alla cristalleria Rcr, dove alle 13 è fissato il raduno.  (A. V.)

Fonte: La Nazione