CODREA: NON TEMO NESSUN CONFRONTO

 Per Paul Costantin Codrea la stagione che sta per iniziare, non si preannuncia facilissima: il Siena dovrà conquistare la sua settima salvezza consecutiva in un campionato dalle mille insidie. Lui dovrà tenersi stretta la maglia titolare, con Genevier, suo gemello, che incalza e il giovane Filipe pronto a vincere tra i due litiganti. “E perché mai avrei dovuto mettere in guardia Gael – domanda Codrea -? E’ un bravissimo ragazzo, in questi casi non servono le parole. Ogni volta la concorrenza c’è ed è giusto che ci sia. Io, come i miei compagni, cercherò di allenarmi dando tutto e di farmi trovare pronto alla chiamata dell’allenatore. La rosa, quest’anno, è molto ampia: l’impressione è quella di un buon gruppo, che ha voglia di fare e di lavorare. C’è entusiasmo, tanto è vero che il mister ci ha detto di andare piano, perché siamo soltanto alle fasi iniziali della preparazione. Poi dopo il ritiro Giampaolo farà le sue scelte e deciderà chi tenere: non è molto facile, per lui, lavorare con così tanti giocatori”.  Sul ruolo che  sarà chiamato a coprire, nessun problema. “Non so neppure se giocherò – dice sorridendo il centrocampista -… In ogni caso, negli ultimi anni ho sempre giocato come play davanti alla difesa, in carriera sono stato impiegato anche nel 4-4-2 dove mi trovo benissimo. Mi sta bene tutto. In questi primi giorni di lavoro stiamo provando il centrocampo a tre, ma sono i primi esperimenti. Non è detto che  il mister continui con il 4-3-3”. Intanto però qualche differenza rispetto alla preparazione della passata stagione si intravede… “Stiamo curando con grande attenzione la fase offensiva – spiega Codrea –. L’anno scorso siamo partiti invece prediligendo la fase difensiva. Il mister, nel prossimo campionato, ci vuole vedere più incisivi in fase di attacco, visto che siamo stati un po’ carenti. Bene, attaccare è meglio che difendere… Sicuramente, poi, passeremo a uno studio più attento dell’altra fase”.  Un bilancio, quindi, positivo, quello di Paul Codrea. “Sì, stiamo lavorando con grande intensità – conclude -; fa caldo, ma  non molliamo niente. Siamo un ottimo gruppo. Già con le prime partite amichevoli potremo farci un’idea del nostro livello. Adesso è troppo presto per dare dei giudizi”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line