CIAO GIANNI, UNO DI NOI

Un altro carissimo amico e fedelissimo ci ha lasciati, Gianni Benincasa.
Gianni era stato uno dei primi giovani che si erano avvicinati al Siena Club Fedelissimi, poco dopo la fondazione, e non aveva mai smesso di seguire, insieme al Club, le sorti della Robur.
Molto dotato come calciatore, aveva vestito la maglia bianconera delle giovanili ed aveva continuato anche a livello amatoriale con la squadra del Club e varie altre.
Il calcio è stata, indubbiamente, la sua maggiore passione e lo ha accompagnato per tutta la sua, purtroppo breve, esistenza: ricordo quando, a notte tarda, stavamo aspettando il ritorno della squadra da Genova e Gianni, che avvertiva già i primi dolori alle gambe, era lo stesso là in trepida attesa.
Poi  le domeniche, nella tribunetta dei disabili, con l’immancabile sciarpa al collo sempre attento e pronto a dare giudizi competenti. Ed anche a casa, bloccato dalla terribile malattia, ha continuato a seguire le sorti del Siena ed un po’ tutto il calcio e quanta gioia, nei suoi occhi, quando sono andati a trovarlo vari giocatori:  Chiesa, Vergassola e Portanova.
Di Gianni bisognerebbe parlarne una vita anche perché da buon Senese (di quelli con la “s” maiuscola) é stato anche un bel contradaiolo del suo amato Drago ed io ho potuto leggere un bellissimo articolo scritto da lui sul giornale della Contrada che è da brividi. Mi permetto di riportare un suo scritto che, in data 15 settembre u.s., Gianni ha inviato ad alcuni amici, me compreso, per esprimere cosa aveva provato quando era stato ricordato Aldo Ciampoli allo stadio.
“quando ho visto il capitano che portava i fiori avevo capito che si trattava di Aldo me l’ aspettavo ma quando ho visto lo striscione mi sono commosso e ho pianto. idealmente mi sono alzato e ho applaudito come avete fatto voi.
rimarrà anche nel mio cuore. Siete impagabili sono orgoglioso di essere vostro amico. Gianni”
Non credo si possa aggiungere altro a queste parole scritte da una persona sofferente ma con una gran voglia di vivere.Gianni, non c’è bisogno di scriverlo, sarai sempre uno di noi.

Domani, dalle 10 in poi, sarà allestita la camera ardente nella chiesa del Drago e sabato, alle 9,30, ci sarà  il funerale.
La famiglia comunica l’indirizzo ed il c.c dell’Associazione alla quale destinare le eventuali offerte:
Banca Cras Credito Cooperativo – Sovicille
c/c 26410 intestato a AISLA Onlus sezione area Toscana
Iban IT62J0888514200000000026410

Fonte: Fedelissimi