Ci son cascato di nuovo….

Ero convinto che, con l’arrivo di Padalino, il cammino sarebbe stato più lineare, tranquillo, ma come canta Achille Lauro…ci son cascato di nuovo. Il mister sta facendo il possibile, ma Il Siena è questo, inutile girarci intorno. Una squadra fragile a cui basta uno stormir di fronde per andare in crisi, un episodio contrario per annaspare e affondare. Di solito in questi casi si va ad analizzare l’impegno dei singoli, ma nel nostro caso non c’è da scomodare la professionalità dei giocatori, più semplicemente dobbiamo ammettere che questa squadra presenta fin dall’inizio limiti caratteriali importanti che il mercato di gennaio non ha corretto. Sul banco degli imputati sarebbe facile posizionare Trabucchi e Cannella, ma non sarebbe del tutto corretto perché i due uomini mercato non hanno fatto altro che seguire la politica di ridimensionamento costi imposta dalla proprietà.

Ha ragione Padalino, non pensiamo ai playoff, ma concentriamoci sul raggiungimento di una posizione di garanzia in termini di salvezza, questa è l’unica strada da seguire per non trovarsi invischiati in situazioni che non sarebbero facili da gestire. Il primo scoglio sarà la Viterbese, una squadra che ricorrendo all’inserimento di giocatori esperti ha cambiato notevolmente assetto e rendimento. Per chi ancora non ne era convinto – e io sono tra coloro – a questo punto del campionato l’obiettivo principale, se non unico, rimane la salvezza, se poi verrà qualcosa di più, tutto di guadagnato, ma pensiamo solo a raggiungere la quota sicurezza prima che i sogni estivi (quanto mai effimeri…) si trasformino in incubi. (NN)

Fonte: FOL