Ci scrive Gianluca Petrini

“D’altronde è difficile accontentarsi della trattoria dopo essere stati nei migliori ristoranti”

Riprendo questa frase del Sindaco Valentini che ho letto sul Fedelissimo Online e gli vorrei rispondere usando lo stesso paragone.
In quella trattoria noi tifosi c’abbiamo mangiato benissimo e con soddisfazione per anni ed anni mentre dall’alto ci veniva detto che non potevamo aspirare a ristoranti ben più prestigiosi.
Poi, tutto ad un tratto, succede l’inaspettato con godimento generale e molteplici piatti prelibati.
Il problema non è stato il ristorante ma i cuochi diciamo “poco capaci”, anche se l’aggettivo sarebbe un altro, a cui è stato affidata la cucina.
Ora che quel prestigioso ristorante ha chiuso nessun problema a rifarci una trattoria…..MA I CUOCHI DEVONO CAMBIARE.
E per cuochi intendo dal capo chef fino all’ultimo collaboratore; questo è bene averlo presente.
Non ci starebbe male nemmeno una visitina della “USL” in quella cucina ma sicuramente avranno da fare altro.

Saluti e forza Robur

Gianluca Petrini