CI HA LASCIATO GIANNI

Un altro grave lutto ha colpito la famiglia dei Fedelissimi e il mondo della tifoseria bianconera. Ci ha lasciato Gianni Benincasa, un amico, un Fedelissimo, un Tifoso con la T maiuscola che ha lottato con tutte le sue forze, come faceva quando indossava la maglia del suo Siena, contro una crudele malattia.

Quando si perde un amico come Gianni non ci sono parole per descrivere il dolore che colpisce ognuno di noi, soprattutto chi era a conoscenza della grande battaglia che stava combattendo da anni.

Un destino crudele e beffardo. Crudele perché quando la vita ti abbandona in giovane età strappandoti all’affetto della famiglia e degli amici non ci sono aggettivi diversi per definirlo; beffardo perché la malattia si è presentata per la prima volta quella meravigliosa notte di Genova quando la Robur guadagnò la storica promozione in serie A.

A lui, tifoso storico, sempre presente su tutti i campi minori che la Robur frequentava prima del gran salto, il destino ha negato anche la gioia di godersi la serie A come avrebbe voluto e meritato.

Ma nonostante l’inesorabile progredire della malattia non ha mai abbandonato il suo Siena che seguiva con interesse e la solita riconosciuta competenza dalla sua abitazione meta continua di amici e di giocatori della Robur, tra cui Chiesa, Vergassola e Portanova,  che sempre gli hanno dimostrato affetto cercando di alleviare con la loro presenza i disagi che era costretto ad affrontare.

Ha lottato sempre, non si è mai arreso fino a quando la lotta è diventata impari, fino a quando questa mattina presto ci ha raggiunto la tristissima notizia.

Con Gianni se ne va un altro pezzo importante della storia dei Fedelissimi, una persona speciale che fino all’ultimo è riuscito a trasmetterci qualcosa di molto importante.

Gli amici di sempre, i tifosi della Robur si stringono affettuosamente intorno alla famiglia esprimendo le loro più sincere e sentite condoglianze.

Domani, dalle 10 in poi, sarà allestita la camera ardente nella chiesa del Drago e sabato, alle 9,30, ci sarà  il funerale.

La famiglia comunica l’indirizzo ed il c.c dell’Associazione alla quale destinare le eventuali offerte:

Banca Cras Credito Cooperativo – Sovicille

c/c 26410 intestato a AISLA Onlus sezione area Toscana

Iban IT62J0888514200000000026410

Fonte: Fedelissimi