Chievo-Siena 1-1

CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino; Frey, Andreolli, Acerbi, Dramè; Sammarco (dal 38' st Vacek), Bradley Hetemaj; Théréau; Paloschi (dal 25' st Moscardelli (dal 46' st Cruzado)), Pellissier. All. Di Carlo.
A disp: Puggioni, Sardo, Dainelli, Cesar, Vacek, Crizado, Moscardelli
SIENA (4-4-2): Pegolo; Vitiello, Rossettini, Pesoli (dal 29' st Contini), Del Grosso; Giorgi (dal 23' st Sestu), Vergassola, Gazzi, Brienza; Destro, Bogdani (dal 35' st Larrondo). All. Sannino.
A disp: Brkic, Contini, Belmonte, Parravicini, Grossi, Sestu, Larrondo
ARBITRO: Doveri di Roma 1 (Carrer-Romagnoli/Giacomelli)
AMMONITI: 22' pt Giorgi (S), 38' pt Gazzi (S), 4' st Frey (C), 15' st Vergassola (S), 18' st Sammarco (C), 42' st Moscardelli (C)
ESPULSI: nessuno
MARCATORI: 9' pt Acerbi (C), 6' st Destro (S)
ANGOLI: 4-3

Un buon pareggio quello che la Robur guadagna al Bentegodi. Lieta la notizia del ritorno al gol di Mattia Destro, a secco dallo scorso gennaio, ancora una volta chiamato al sacrificio. E' proprio il numero 22 ad approfittare di un retropassaggio sbagliato di Bradley e portare il risultato sull'1-1 dopo il vantaggio a firma Acerbi. Nel primo tempo poche le azioni pericolose della Robur, cinica nella ripresa, brava a riprendere gli avversari, e poi decisa a mettere in cascina il punticino che porta a 33 le lunghezze in classifica, a +6 dalla zona retrocessione, complice il pareggio tra Novara e Lecce

Per sostituire lo squalificato Terzi, mister Sannino punta su Pesoli. Per il resto la formazione è quella annunciata, con Giorgi e Brienza esterni, Destro e l'ex Bogdani davanti. Per Sestu prima panchina in campionato. Nel Chievo Frey vince il ballottaggio con Sardo per il ruolo di terzino destro, il capocannoniere gialloblù Théréau è sulla trequarti a sostegno del tandem Pellissier-Paloschi.

Si parte con un minuto di raccoglimento in memoria di Michele Silvestri il sergente morto in Afghanistan.

La partita è vivace e combattuta fin dalle prime battute, senza però vere azioni pericolose. Al primo vero affondo, il Chievo passa in vantaggio': Bradley verticalizza per Pellissier, Pesoli manda in angolo. Sugli sviluppi del corner, battuto dall'americano, Andreolli stacca, Pegolo manda sulla traversa, sulla ribattuta Théréau spizzica di testa, Acerbi di petto insacca. L'occasione dell'1-1 per la Robur capita appena cinque minuti dopo: Destro serve Giorgi, il suo diagonale fa la barba al palo. Sul rovesciamento Paloschi, pressato da Pesoli, a tu per tu con Pegolo, colpisce male e manda fuori. Ritmi vertiginosi in campo. Al 20', mentre al Bentegodi cade un po' di pioggia, Destro, ci prova in girata, palla ribattuta. Con il Chievo che copre bene il campo al 25' il giovane attaccante ci prova dalla distanza, troppo alta la sua cannonata. Al 29' bell'intervento di Acerbi in scivolata ad anticipare proprio Destro. Al 31' Dramè crossa per Sammarco, che, contrastato da Gazzi non riesce a tirare. Dopo tre minuti Destro e Giorgi scambiano in area ma il numero 22 bianconero si allunga troppo la palla permettendo l'intervento di Acerbi. Al 40' Pellissier, di destro, colpisce male e manda fuori. Al 43' Pegolo in uscita anticipa Paloschi, pressato da Vitiello.

La prima azione della ripresa è del Siena: Brienza crossa per Destro che al volo scarica su Sorrentino. Al 4' Théréau prova a sorprendere Pegolo dalla distanza, il portiere allontana. Al 6' il pareggio della Robur: Bradley serve erroneamente Destro che parte in velocità, dribbla Sorrentino, segna la sua sesta rete stagionale e corre ad abbracciare Sannino. E' un Siena diverso, con Brienza a illuminare la manovra bianconera. Al 15' alta sulla traversa la conclusione di Vergassola che poi atterra Théréau al limite: il Chievo non ne approfitta. Al 21' Sammarco cade in area, Doveri giustamente lascia proseguire. Al 23' esordio in campionato per Sestu. Al 27' bel lancio di 40 metri di Del Grosso, Destro non aggancia bene e favorisce l'intervento di Dramé. Al minuto successivo troppo lungo il lancio di Acerbi per Moscardelli. Al 42' il bel tiro di Pellissier prende in pieno Rossettini, il Siena allora si distende in contropiede, Destro passa a Brienza che da fuori, con il sinistro, non inquadra la porta. A pochi minuti dal triplice fischio il Chievo ci prova su angolo: è un batti e ribatti in area, poi la Robur spazza via. E poi non c'è più tempo. Finisce 1-1. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line