Chi è Gianvito Plasmati

Dopo l’ufficialità data dal Lanciano ieri sera, stamani anche la Robur ha ufficializzato l’affare: Gianvito Plasmati è un giocatore della Robur e da venerdì si allenerà assieme ai nuovi compagni. Il neo bianconero, che indosserà la maglia numero 13, arriva a titolo definitivo dagli abruzzesi.

Questa la sua scheda:

Gianvito Plasmati è nato a Matera il 28 gennaio 1983. Centravanti dal fisico imponente (1.98 x 86 kg, fa del gioco aereo e della forza fisica le sue armi migliori. È noto per essere quello “dei calzoncini abbassati” in uno schema preparato ai tempi del Catania per impedire al portiere la visuale e permettere a Mascara di segnare su calcio di punizione.

Passando alla sua carriera, gli inizi sono in D, tra Materasassi e Locororotondo. Il primo campionato vero arriva nel 2004-2005, in C2 col Ragusa. Dopo un anno nell'Andria BAT, viene rilevato dal Catania che lo manda in B, al Crotone, per fare esperienza. Torna agli etnei l’anno successivo ed esordisce in A il 7 aprile 2007 in Catania-Roma 0-2. L'estate successiva torna in C1, tra Foggia prima e Taranto poi, dove conquista i playoff.

Tornato ancora a Catania, con Zenga viene impiegato con maggiore frequenza e segna anche il suo primo gol in A. A gennaio va a Bergamo, in prestito, salvo poi tornare in Sicilia, dove resta per due stagioni. Nell'estate del 2010 viene messo fuori rosa a causa di una grossa disputa con la società: il giocatore sostiene di non aver accettato di rinnovare il proprio contratto e si ritiene, pertanto, svincolato a partire dal 30 giugno. La dirigenza, d'altro canto, possiede un rinnovo fino al 2011 su cui è apposta la firma di Plasmati, il quale contesta l'autenticità del documento e presenta ricorso alla Commissione tesseramenti. Una perizia ordinata il 30 agosto 2010 dalla Corte di giustizia federale dichiara che la firma è originale, dando ragione al Catania. Successivamente, il legale del calciatore ha sottoposto alla Corte una controperizia, ottenendo la riapertura del caso e la ripetizione dell'esame calligrafico. La sentenza, attesa intorno alla metà di gennaio 2011, è giunta solo a metà marzo e ha respinto l'appello di Plasmati, confermando la validità del contratto fino al giugno successivo.

Dopo la querelle con gli etnei si svincola e comincia il so giro di maglie in B: prima la Nocerina, poi il Varese, Vicenza ed infine, nel gennaio del 2013, Lanciano, dove contribuisce alla salvezza degli abruzzesi.

Riepilogo presenze e gol per stagione

ago.-set. 2000

Materasassi

D

0

0

set. 2000-2001

Virtus Locorotondo

D

0

0

2001-2002

Chieti

C1

2 (3)

0

2002-2003

 

C1

3

0

2003-2004

Brindisi

C2

5

0

2004-2005

Ragusa

C2

30

9

2005-2006

Andria BAT

C2

31

12

2006-gen. 2007

Crotone

B

9

0

gen.-giu. 2007

Catania

A

1

0

2007-gen. 2008

Foggia

C1

15

2

gen.-giu. 2008

Taranto

C1

17

8

2008-gen. 2009

Catania

A

13 (2)

2

gen.-giu. 2009

Atalanta

A

12

3

2009-2010

Catania

A

13 (4)

0 (2)

2010-2011

 

A

0

0

2011-gen. 2012

Nocerina

B

15 (1)

3 (1)

gen.-giu. 2012

Varese

B

9

2

2012-gen. 2013

Vicenza

B

16

2

gen.-giu. 2013

Virtus Lanciano

B

14

4

2013-2014

 

B

16 (1)

3

 

Totale carriera

 

232 (11)

53 (3)

 

Fonte: Fedelissimo Online