Cesena-Siena ai raggi X

È proprio vero, al Siena di Sannino portano bene le isole. Dopo il poker sul Palermo, la Robur si impone per 3-0 su un Cagliari in caduta libera, ottiene la seconda vittoria consecutiva (non era mai successo quest'anno) e allarga la pratica salvezza ad almeno altre tre squadre. La dolce notizia arriva dalla retroguardia bianconera, sesta miglior difesa della serie A, dove Rossettini, Terzi e Vitiello sono ormai delle sicurezze e Del Grosso ha imparato pure a segnare. L'altra felice novità è un attacco finalmente ritrovato, e il bello è che trovano la porta proprio tutti. Nelle sette reti dei due match al Rastrello hanno esultato ben sei giocatori differenti. Ah, domenica prossima in Romagna si affronta la quarta peggior difesa del campionato, un Cesena che non vince dal 15 Gennaio e che dovrà fare a meno degli squalificati Pudil, Parolo, Comotto e del tanto caro (ma per noi) Mario Beretta. E allora forza ragazzi, questa è la volta buona per festeggiare la prima gioia esterna della stagione!!

Precedenti e statistiche – Cesena-Siena è una novità assoluta in serie A. Le due squadre si affrontano infatti per la prima volta nella massima serie. Complessivamente, i precedenti al “Dino Manuzzi” sono 11, distribuiti tra serie B e C, con un bilancio di 2 vittorie per il Cesena, 3 per il Siena e ben 6 match terminati in parità. Gli ultimi tre punti della Robur risalgono alla stagione 1966/1967 nel girone B della serie C (finì 0-2). Il Cesena si prese la rivincita un anno dopo con un successo di misura che contribuì in seguito a conquistare il titolo del torneo. Poi un salto di trent'anni fino a un 2-2 nella ormai ex C1. Alla 26esima giornata di serie A non sembra aver avuto effetto la cura Beretta. Il Cesena si trova inguaiato in ultima posizione con tanti record, ma in negativo: 3 punti nelle ultime 9 giornate, maggior numero di sconfitte, peggior attacco del campionato e un digiuno da gol che tra poco festeggia un mese. E' in salute invece il Siena, tutto “grinta e determinazione” – utilizzando le belle parole di Vergassola – a immagine e somiglianza del suo allenatore. Per la Robur 12 reti siglate nelle ultime 5 partite e ben 7 nelle due recenti uscite al Franchi. Pensate un po', non accadeva dal 23 Maggio scorso, quando i bianconeri si imposero con un netto 5-0 sul Varese. E chi c'era in panchina dei biancorossi? Beppe Sannino, il predestinato.(Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fedelissimo Online