Cesena, due punti rosicchiati e vetta più vicina. Quinta sinfonia del Pontedera, sorriso Entella

Dopo quattro vittorie consecutive Reggiana e Gubbio si concedono una piccola pausa, raccogliendo solo un pari nei match che vedevano coinvolte le prime due della classe. Risultati ad occhiali per entrambe contro le due sarde: i granata si fanno bloccare al ‘Mapei Stadium’ dall’Olbia, mentre gli eugubini strappano un punto al ‘Vanni Sanna’ di Sassari contro la Torres. Ad approfittare di queste frenate è il Cesena, corsaro a Pesaro in una gara più simile ad incontro di rugby. Nell’acquitrino del ‘Benelli’ i romagnoli vanno sotto per effetto del penalty di Fedato (prima respinto da Tozzo e poi ribadito in rete dall’attaccante della Vis), ma rimontano grazie al tap-in di bomber Corazza e a Stiven Shpendi, a segno dopo 20 secondi dal suo ingresso.

Tiene il passo delle prime anche il Pontedera, vittorioso pure sulla Fermana. Nicastro porta avanti i suoi con un colpo di testa, poi Spedalieri firma il pari dagli sviluppi di un angolo. È ancora il solito Nicastro (arrivato a quota 7 centri) a togliere le castagne dal fuoco e regalare un altro successo (il quinto di fila) ai granata. Torna al successo invece la Virtus Entella, che bagna l’esordio nei professionisti dello stadio ‘Tubaldi’ di Recanati con un 2-1 esterno. A Meazzi risponde Carpani, ma ci pensa Zamparo a regalare i tre punti ai Diavoli Neri. Rocambolesco anche quanto accaduto al ‘Porta Elisa’, nel sentito derby tra Lucchese e Carrarese. Passano avanti i rossoneri con Rizzo Pinna, poi la formazione di Dal Canto la ribalta in pochi minuti grazie ad una magia di Giannetti e alla punizione perfetta di Cicconi. La Lucchese però ci crede e nella seconda frazione porta a casa il successo dopo il sigillo di Ravasio da centro area e al calcio di punizione beffardo di Romero.

Nell’altro degli scontri tra le formazioni di medio-alta classifica la spunta il Rimini, che piega l’Ancona al ‘Romeo Neri’ in una partita equilibrata. Succede tutto nella ripresa nello spazio di cinque minuti, in cui l’Ancona si porta avanti con Simonetti ma poi si vede recuperare e ribaltare dal gol dell’ex di Delcarro e da quello di Tanasa. Tante reti anche al ‘Moccagatta’, al termine di una sfida che vede Alessandria e Montevarchi dividersi la posta in palio. Vanno in vantaggio per due volte i grigi, prima con Rota e poi con Checchi, ma in entrambi i casi la formazione rossoblu riporta la sfida in parità con il gran tiro da fuori di Lischi e al tap-in di Jallow, che firmano il primo punto sotto la gestione Banchini. Finisce a reti bianche invece l’altro scontro salvezza tra San Donato Tavarnelle e Imolese. (J.F.)

La classifica dopo la diciottesima giornata

Fonte: Fol – Foto: Facebook U.S. Città di Pontedera