Celiento: “Dedico il gol a mia madre che mi segue dall’alto”.

“Siamo riusciti a trovare i tre punti – dice l’autore del raddoppio Celiento – ed è importante per il gruppo, la società, la tifoseria. Avevamo fame, non era facile con un Rimini messo bene in campo. Avevamo studiato le situazioni da fermo in allenamento. Sapevamo che dopo il primo tempo loro sarebbero stati più offensivi, ma siamo stati bravi a portare il 2-0 a casa. Dopo i due gol invalidati dell’altra volta quando ho segnato ho pensato: se mi annulla anche questo lo ammazzo! Volevo dedicare questo gol a mia madre, che da un anno mi segue dall’alto, perché è la mia anima e il mio cuore”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol