Catania-Siena 1-4

CATANIA (4-3-3): Andujar; Peruzzi, Legrottaglie, Gyomber, Capuano; Rinaudo (dal 24 s.t. Garufi), Lodi, Guarente (dal 16' s.t. Boateng); Leto, Maxi Lopez, Monzon (dall's.t. Keko). PANCHINA Ficara, Costanzo, De Matteis, Cabalceta, Brugaletta, Freire, Gallo, Petkovic. ALLENATORE De Canio.
AMMONITI Rinaudo per proteste.
SIENA (3-4-3): Farelli; Matheu, Giacomazzi, Dellafiore; Angelo, Pulzetti, Valiani, Feddal; Rosina (dal 32 Vergassola), Paolucci (dal 45' s.t. Scapuzzi), Giannetti (dal 10' s.t. Rosseti). PANCHINA Lamanna, Bucurdiu, Crescenzi, Milos, Morero, Schiavone, Spinazzola, Thomas. ALLENATORE Beretta.
AMMONITI Angelo per gioco scorretto.
MARCATORI: Leto (C) al 4, Paolucci (S) al 24 p.t.; Valiani (S) al 15, Pulzetti (S) al 46', Rosseti al 48' s.t.
ARBITRO: Peruzzo di Schio.
SPETTATORI: paganti 2.820, incasso 20.309 euro. (senesi 7)
NOTE: Tiri in porta 8 (con un palo)-7. Tiri fuori 6-3. In fuorigioco 0-1. Angoli 4-3. Recuperi: p.t. 0'; s.t.

Una gloriosa Robur raggiunge i quarti di finale e si regala un inaspettato derby. Dopo Livorno e Bologna, a cadere è un’altra nobile, il Catania, che va in vantaggio con Leto ma si fa rimontare da Paolucci, Valiani, Pulzetti e Rosseti.

Anno nuovo, stesso modulo. Beretta continua col 3-4-3 che sta ben facendo in campionato e in Coppa va contro la tradizione: niente spazio alle seconde linee, perché c’è da verificare la condizione in vista del Crotone e in vista ci potrebbe essere un inatteso derby. Tornano disponibili Vergassola, Morero e Giannetti fresco di rinnovo, che va a comporre lo storico tridente con Rosina e Paolucci. Ancora assenti Grillo, D’Agostino e Mannini, sulla sinistra viene riproposto Feddal.

Il Catania, oltre a Bergessio squalificato, lascia a casa diversi big. C’è Andujar in porta e il neo acquisto Rinaudo in mezzo assieme a Lodi, che salterà la gara di campionato con la Fiorentina. In avanti De Canio rispolvera Maxi Lopez, affiancato da Monzon e Leto.

Al 2’ Andujar respinge una conclusione di Paolucci su assist di Angelo. Al 4’ Catania già in vantaggio; Lodi si fa ribattere una punizione, poi Leto fa esplodere un sinistro imparabile alla sinistra di Farelli. Al 14’ finisce fuori il tiro di Valiani, poi quattro minuti dopo è Giannetti a provarci da lontano, col pallone che non inquadra lo specchio. Al 22’ Maxi Lopez ruba palla a centrocampo, entra in area e serve Rinaudo, il cui tiro debole è bloccato da Farelli. Al 24’ pareggia il Siena: Angelo sfonda a destra, palla deviata da Andujar e Paolucci mette dentro a porta spalancata. Nel finale ci prova due volte Pulzetti, che non sfrutta lo spazio lasciato dalla difesa catanese.

All’inizio della ripresa esce Rinaudo ed entra Keko. Al 54’ Rosseti rileva Giannetti. Al 59’ Rosina pesca dalla trequarti Valiani che solissimo beffa Andujar con un colpo di testa all’angolino. Al 60’ entra Boateng al posto di Guarente. Al 61’ Leto impegna Farelli con una mezza rovesciata. Al 64’ Keko colpisce il palo esterno ma Farelli era in traiettoria. Al 68’ fuori Rinaudo e dentro Garufi. Al 69’ Legrottaglie dopo un liscio di Matheu impegna Farelli, poi Keko a botta sicura si vede deviare il tiro in calcio d’angolo. Al 73’ Leto tira addosso a Farelli fallendo una pericolosa chance. Al 74’ ancora Farelli respinge un tiro centrale ma insidioso di Capuano. All’84’ tiro centrale di Valiani, blocca a terra Andujar. All’85’ Farelli respinge una punizione di Lodi. All’86’ Maxi Lopez riceve palla in area, si gira ma calcia fuori.  All’89’ Scapuzzi rileva Paolucci. Nel primo dei tre minuti di recupero Pulzetti dopo un coast to coast brucia Andujar con un destro imparabile. Al 92’ ancora pulzetti trova Rosseti che di prima trova il poker: 4-1! (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fedelissimo online