Cason: “Sarei rimasto, nessuna spiegazione dal presidente. Ringrazio i tifosi, mi sono sentito a casa”

Ai microfoni di Antennaradioesse è intervenuto l’ex difensore della Robur Stefano Cason.

Tante offerte – “Sono qua a Bergamo con l’Atalanta ad allenarmi. Ci sono alcune proposte, c’è da valutare un po’. Porto Tolle? Ci sono altre squadre, ma non c’è nessuno in pole position. Sono contento che dopo un campionato del genere arrivino richieste importanti”.

Sarei rimasto – “In un anno sono cresciuto e maturato tanto, dal punto di vista umano e calcistico. Non mi aspettavo quel che è successo, il presidente non ci aveva detto nulla, anzi all’inizio dovevamo essere tutti riconfermati. Non c’è stata nessuna trattativa, mi hanno chiamato dicendo che non ero più riconfermato senza dare spiegazioni. Poi hanno chiamato l’Atalanta e il procuratore ma sinceramente non so niente, loro non mi hanno detto niente. Sarei sicuramente rimasto a Siena”.

Il saluto – “Volevo salutare i tifosi per l’anno che ci hanno fatto passare, mi son sentito professionista anche se non lo eravamo. Avevo molta confidenza con loro, mi sono sentito a casa, quindi volevo salutarli e ringraziarli tutti”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fedelissimo Online