Carboni: “Partita specchio di questa annata. L’episodio di Celiento? Non voglio dire una castroneria”

Queste le dichiarazioni di Guido Carboni a termine della partita col Teramo.

Il film – “C’è rammarico, per non dire peggio. È un po’ lo specchio di questa annata, dispiace perché abbiamo fatto bene il primo tempo contro una signora squadra. Nella ripresa abbiamo preso un gol troppo presto e poi sono venute fuori tutte le paure. E’ mancata la giusta personalità per poter gestire la situazione. Palma ha salvato sulla linea su Rozzi e poi ha trovato il gol. E’ un peccato perché dal punto di vista della classifica una vittoria poteva darci uno slancio enorme”.

Rozzi e Burrai – “Abbiamo sfruttato bene i calci piazzati di Burrai. Quando lavori e vedi concretizzato ciò che hai provato in settimana, pensi che questa sia la strada. Non rimprovero la squadra, sta mettendo tutto. Dispiace per Rozzi che era entrato bene. Burrai aveva speso molto, ha fatto un’ottima gara. In allenamento fa grandi cose”.

La barca in porto – “I giovani devono pensare al loro futuro. Ognuno deve avere le proprie motivazioni. Siamo in una situazione di stand by, cerco di dare il massimo e se per qualcuno non è il massimo affari suoi. Io alleno un gruppo di ragazzi che hanno attraversato un momento critico che poteva finire anche peggio. Sono qua e voglio portare in porto la barca, ci stiamo riuscendo e poi tireremo le somme”.

L’episodio discusso – “Era fuorigioco, a livello di regolamento non lo so perché non sono un arbitro. Penso che se fischiava fuorigioco non c’era quel battibecco con Celiento. Poi una volta sanzionato il fallo non so la sequenza, se bisogna fischiare fuorigioco o rigore. Non vorrei dire una castroneria, meglio fermarsi qui”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol