Carboni: Domani serviranno determinazione e coraggio

Non sarà seduto in panchina perché squalificato, cederà il suo posto al vice Emiliano Biliotti: alla vigilia di Lupa Roma-Robur Siena parla il mister bianconero Guido Carboni. "Abbiamo preparato la partita insieme, sa già quello che deve fare".

LA PARTITA. L’obiettivo, domani, è cercare di dare continuità alla partita di Pontedera. Non dobbiamo assolutamente fermarci. Non possiamo pensare che una vittoria possa alleviare le arrabbiature esterne e interne dell’ultimo periodo. Dobbiamo metterci determinazione e coraggio. Affrontiamo un avversario che vale di più della classifica che ha; nella Lupa Roma ci sono giocatori importanti, è un campo difficile. Il Teramo ci ha lasciato le penne, la Spal al Ricci ha fatto fatica. Noi dovremo metterci sacrificio, tutto l’organico dovrà centrare una prestazione sopra le righe.

L’INFERMERIA. Opiela sta ritrovando la condizione che aveva perso. Cori è stati colpito da una brutta influenza, ma non avrebbe comunque giocato perché squalificato. A Bastoni serve ancora un po’ di tempo prima di rientrare. Fisicamente la squadra non sta male, il problema sono l’atteggiamento e la condizione psicologica che fanno sì che la prestazione sia importante. Abbiamo alternato ottime gare a pessime gare e sono quelle che fanno vedere le lacune. In questo campionato, tolte le prime due tre squadre, sono tutti incontri che puoi tranquillamente vincere o perdere. Saba? E’ stato fermo dicembre e gennaio. L’ho fatto giocare la prima partita perché eravamo in emergenza, ma ha bruciato i tempi. Ora sta trovando una condizione accettabile. Peccato, perché tecnicamente per la categoria è fortissimo. E poi deve cercare di calarsi in Lega Pro a livello di carattere.

L’ASSENZA DI CORI. Non abbiamo una punta forte fisicamente come lui. Sto valutando altre possibilità: possiamo mettere gente più di corsa, oppure una punta centrale da affiancare a Mastronunzio. Ma l’importante, ripeto, è l’approccio. Dietro ai buoni propositi, poi, deve esserci sempre rabbia agonistica, che fa la differenza.

RIGORI. Il rigorista ufficiale, quando gioca, è Burrai. Quando non gioca Salvatore, possono tirare De Feo o Yamga. Stamani hanno provato anche Minotti e Mastronunzio. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line