Carboni: “Abbiamo reagito con orgoglio. Nessun diverbio con Portanova, mi ha detto lui che non era al meglio”

Queste le dichiarazioni di Guido Carboni:

Segno – “La squadra ha dato una risposta dopo una settimana non facile. Queste due partitacce avevano lasciato un segno ma abbiamo reagito mettendo in campo tutto. Ci stiamo avvicinando alla quota dei 40 punti, dando un segnale a questo periodo delicato”.

Il Pontedera – “Loro sono una squadra che ha fatto più punti fuori, vincendo ad Arezzo e Ancona, c’erano tutti i presupposti per trovare delle difficoltà ambientali. Abbiamo trovato l’orgoglio e la determinazione che servono per uscire da queste situazioni. Arriviamo al primo obiettivo e vediamo di terminare nel miglior modo”.

Il capitano – “C’era qualcuno tipo Portanova che non era al meglio, ha avuto un piccolo risentimento venerdì, tiene tanto al Siena che giocherebbe anche con una gamba sola. E’ stato onesto e me l’ha detto. Diverbi? Chiedete a lui, io non so niente di nessun diverbio. Ho sempre dato la possibilità a tutti di poter esprimersi anche quando mi stavo giocando parecchio”.

Le critiche – “Se finiranno le proteste? Me lo auguro per i ragazzi, da quando sono qua ho sempre cercato di mettere quello che potevo. Quando sarà il momento dirò le mie verità, adesso al primo posto c’è la squadra. E’ giusto che la gente critichi. A me non basta la partita di oggi, ho sempre chiesto continuità e non c’è mai stata. Pensiamo alla prossima, contro una squadra che è in ripresa”.

Curriculum – Non reagisco agli insulti, alle provocazioni. Mi infastidiscono solo le sconfitte e il modo in cui sono venute. Ho un contratto fino a giugno e non ho mai parlato di programmi a lungo termine. Ho un mio curriculum, sono stato in piazze importanti, non si allena Genoa, Bari, Frosinone, Empoli senza credibilità”.

Espulsione – “C’erano due fuorigioco non segnalati, la seconda volta in realtà mi riferivo a Ficagna. Non è mio costume offendere, era molto che non venivo espulso, se non ci sarò io ci sarà Biliotti”.

Squalifiche – “Alla prossima non ci sarà Cori? Giocherà un altro, non c’è problema. Ci sono ragazzi che fossero a Pontedera ora starebbero facendo un gran campionato. Là c’è più tranquillità, se perdono quattro partite non ci sono problemi”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol