Capuano: “Voglio sangue e rabbia. Bianconeri vi battiamo”

Mentre la tifoseria attende impaziente il derby di domani, invitando anche con striscioni sparsi per la città gli ‘indecisi’ a recarsi al Comunale, il vulcanico allenatore amaranto Ezio Capuano, vuole vedere una squadra agguerrita come non mai. “Voglio vedere dai miei, a partire da chi giocherà dal primo minuto domenica, il sangue alla bocca, la rabbia giusta per una partita del genere». Le motivazioni infatti, nonostante la posizione delle due squadre in classifica, sono davvero molto forti da entrambe le parti. “Vogliamo conquistare i tre punti per dare una soddisfazione alla città e ai nostri tifosi – prosegue Capuano – che sappiamo tengono molto alla partita contro la Robur”. Sull’altra panchina, ironia della sorte un aretino di nascita e residenza. “Con Guido Carboni ci siamo affrontati qualche volta, non tantissime per la verità, ma pur non conoscendolo benissimo lo stimo: è un tecnico esperto e molto preparato per la categoria». Sarà una gara speciale per Carboni ma anche per Cori, che non si è lasciato benissimo, eufemisticamente, con società e allenatore come ebbe modo di dire alla sua prima conferenza stampa senese, nel post gara del match con la Lucchese. Capuano però getta acqua sul fuoco. “Abbiamo deciso di cogliere l’opportunità che si è palesata a gennaio, con lo scambio Cori-Mendicino. Credo sia convenuto ad entrambi e non sono affatto pentito di averlo avallato. Cori? Se ci sarà l’occasione lo saluterò normalmente”. Finale sul Siena. “Come noi sono una squadra praticamente salva, ma il derby è una gara sentita che aumenta molto le motivazioni. Vogliamo batterli”. (Guido De Leo)

Fonte: La Nazione