Capire, correggere e reagire

La sconfitta con la Carrarese, la terza casalinga consecutiva in partite ufficiali, è ormai alle spalle e questa settimana è servita per capire, correggere e reagire. Questa è la speranza dei tifosi che ancora non hanno del tutto digerito né il risultato né, tanto meno, l’atteggiamento tenuto dalla squadra nel secondo tempo quando tutti si aspettavano una reazione più convinta. In queste ultime ore si sono susseguiti vari interventi della società, da Anna Durio, Federico Trani e Davide Vaira, tutti tesi, come è giusto che sia, a difendere il proprio operato. Ha iniziato Trani durante la conferenza post partita e, parere del tutto personale, nelle sue parole non ho letto niente di stonato, semmai l’unico appunto che faccio al vicepresidente è che, nel condannare chi esprime le critiche ricorrendo alle offese,  ha trascurato di evidenziare il grande tifo della curva, caloroso e costante per tutta la partita. L’intervento di Trani è stato condiviso dalla presidente Durio che, pur con toni più soft, ha ribadito che il suo interesse è quello di fare bene. Ultimo ad entrare in scena il DS Vaira, al centro delle critiche di molti tifosi che dopo un inizio così negativo temono che la squadra che ha costruito non sia all’altezza della situazione. Ovviamente Vaira la pensa in modo contrario e per capire se avrà ragione, per la gioia di tutti i tifosi, non c’è niente da fare che aspettare le prossime partite, ad iniziare da quella con il Lecco ormai alle porte. 

Questa settimana di lavoro è servita anche a Dal Canto per effettuare delle scelte, per capire come pescare nell’ampia rosa a disposizione e schierare un undici che dia quelle garanzie che ad oggi sono mancate. Non c’è da fasciarsi la testa prima del tempo, il campionato è ancora lungo e le battaglie da combattere sono tante, ma è innegabile che è arrivato il momento di dare una sterzata a questa stagione iniziata con troppe sofferenze. (Nicnat)

Fonte: FOL