Candido: “Io qui grazie a Ricciardo. Giocare al Franchi è tra i miei obiettivi”

“Il primo posto è frutto di un gran lavoro svolto nelle prime settimane, quando io non ero presente. È stato prezioso trovare risultati da subito, le vittorie hanno portato entusiasmo. Tutti si aspettano il Siena vincente ma le partite sono toste. La squadra ha dato tanto e può dare ancora di più”. Così Roberto Candido, vicecapocannoniere della Robur con cinque gol, a Radio Siena Tv.

Perché Siena – “Ero svincolato, stavo cercando una sistemazione in D vicino casa ma non trovavo una soluzione che mi ispirasse. Devo ringraziare Ricciardo, con cui avevo già giocato. Ha parlato di me alla società e da lì è nato il primo contatto. Nel giro di qualche settimana abbiamo chiuso la trattativa. Non ho assolutamente valutato la categoria”.

Il campionato – “Sto trovando un buon livello, sia come qualità che agonismo, gamba e forza. In tutte le squadre ci sono giocatori bravi nell’uno contro uno. Paradossalmente ci sono campi che non consentono questo, lo spettacolo altrimenti potrebbe essere anche maggiore”.

L’effetto campo – “Avere campi belli chiaramente aiuta, ma fa parte del nostro lavoro. Ci si deve adattare come in ogni cosa. Anche il prossimo turno non bisogna trovare alibi: giochiamo in casa davanti a tanti tifosi e l’obiettivo è mantenere il distacco dalle inseguitrici. L’obiettivo è arrivare alla pausa con almeno dieci punti di vantaggio. Tornare al Franchi? Ci pensiamo eccome. Uno dei miei obiettivi è quello di avere l’onore di vestire il bianconero allo stadio”.

Fonte: Fol