Cancarini: “Bel momento, c’è grande complicità e compattezza. Ho tre portieri molto validi”

A presentare la partita di Coppa di domani e a fare il punto della situazione è stato il preparatore dei portieri Nicolas Cancarini. Di seguito le sue parole:

Momento – “C’è grande entusiasmo ed euforia, complicità e compattezza. Speriamo di continuare così e di fare bene, questo è il nostro obiettivo: fare bene”.

Lanni – “Bravo lui, ma bravi tutti. È difficile fare un plauso ad uno solo quando le cose vanno bene, è un insieme di ingranaggi che si muovono alla perfezione. Tutta la squadra, dalla linea difensiva all’attacco, contribuisce a farlo esprimere bene. Fa piacere che non abbia subito ancora reti, ma la cosa è importante è che il Siena vada bene”.

Mataloni – “È un portiere che l’anno scorso ha giocato in Serie D, fisicato e strutturato. È un grande lavoratore, sin dall’inizio ha capito quale fosse il focus della categoria. Deve lavorare tanto per farsi trovare pronto in caso venisse chiamato in causa”.

Marocco – “Ha avuto la sfortuna di partire con un infortunio, una frattura al setto nasale che ha superato brillantemente. Non pensavo fosse così bravo nella gestione di un infortunio così delicato, peraltro il primo della sua carriera. Sono rimasto sorpreso da quanto è stato capace di gestirlo. Anche lui viene da un anno da titolare in Serie D, è molto alto e strutturato”.

Gestione – “Ogni anno è una storia a parte, nel nostro lavoro non c’è niente di programmato. Le situazioni di gioco cambiano di giorno in giorno. Certamente la formazione, con un over e due under, è simile a quella dell’anno scorso, ma allo stesso tempo sono cambiate tante altre cose. Per cui cambia anche il tipo di preparazione e di approccio all’allenamento”.

Gerarchie – “Qualora il mister facesse una scelta diversa in porta abbiamo ragazzi molto validi, verrà appoggiata da tutti. Sicuramente tutti dovranno essere in condizione per poter dare una mano al mister”. (Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol