Cambia l’obiettivo del Siena? Si, dopo la Vis Pesaro, battere la Lucchese

Una macchina da guerra, abilmente guidata da un guerriero nell’anima, con idee chiare e un carisma irraggiungibile. E’ il Siena di Guido Pagliuca, quello che sta conquistando tutti per il gioco e i risultati, quello che può anche scivolare, ma che subito rialza la testa e riparte.

L’entusiasmo sale e non può essere diversamente, ma società e tecnico possono stare tranquilli, nessuno si monta la testa, nessuno intende cambiare l’obiettivo dichiarato, così come nessuno può nascondere il cammino sicuro e entusiasmante fin qui percorso dalla Robur. Dove potrà arrivare questo Siena? Ci aspettano tante battaglie, non ci è dato di saperlo e nemmeno di immaginarlo, l’obiettivo che raggiungeremo si concretizzerà partita dopo partita, punto dopo punto. Come si fa a non essere orgogliosi di una squadra che, nonostante gli infortuni, in dodici partite ha già raccolto la metà dei punti conquistati nell’ultima stagione? Impossibile e pur sapendo che ci sono squadre più attrezzate vedere che il Siena è li, pronta a combattere con tutti, scatena la voglia di vivere questa stagione da vicino, in casa e in trasferta, come ai bei tempi che molti hanno vissuto. Piedi per terra, certo, è l’atteggiamento giusto con cui vivere il nostro campionato, ma tutti sappiamo che il calcio non è una scienza esatta e che l’equazione più si spende e più si vince non torna quasi mai. Le qualità tecniche contano, ma non sono da meno quelle caratteriali, quelle che trasformano una serie di nomi in una squadra, tosta, cattiva e decisa, in altre parole nel Siena 2022-23. E ora sotto con la Lucchese, il prossimo vero obiettivo da centrare, tutti insieme! (Nicnat)

Fonte: FOL