Calo il tris e ti faccio un c…. così!

Ma si, ritroviamo un po’ si sana goliardia, senza offendere nessuno, ma con il sorriso che manca da tempo a tutti noi, non solo per il calcio. Frase usata e spesso abusata è: quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare, estrema sintesi di quanto è successo ieri. Un primo tempo guardingo, la palla spesso tra i piedi dei volenterosi rossoverdi, qualche rischio e poi la svolta. Gilardino fa scaldare Guberti, Guidone e D’Iglio e la musica cambia. Classe, concretezza e idee prendono il sopravvento, il Siena conquista il centrocampo e crea in mezz’ora quanto non era riuscito a fare nell’ora precedente. Scende il buio sul Grassina, splende il sole in casa bianconera. Possono tre giocatori cambiare l’inerzia di una partita? Si, decisamente si, se i tre si chiamano Guidone, Guberti e D’Iglio, gente che con la serie D non c’entra niente, ma proprio niente. Bravi tutti, più o meno, ma un plauso speciale al trio e…a chi l’ha mandati in campo al momento giusto.

Fonte: FOL