Calello: Siena-Parma va giocata in campo e sugli spalti

“L'appoggio dei nostri tifosi è troppo importante”: così Adrian Calello si è appellato al popolo bianconero. Il centrocampista nelle ultime tre partite, ha vestito la maglia titolare e ha fatto con personalità un ottimo vice a Vergassola. Impresa certo non semplice. Come non semplice è l'impresa che la Robur sta cercando di rendere possibile, giornata dopo giornata. Calello ci crede, più che mai. “L'obiettivo è lì, a un passo – ha spiegato -. La squadra è partita con una penalizzazione pesante che ha messo subito la stagione in salita. Ma a otto giornate dalla fine siamo a un punto dalla zona salvezza e basta una vittoria, unita a un passo falso del Genoa, per raggiungere il quartultimo posto e dare un senso a quello che stiamo facendo”. Con il Parma dobbiamo vincere – ha proseguito l'argentino -: non sarà facile, loro sono un'ottima squadra. E comunque non esistono gare semplici. Ma noi ce la metteremo tutta come sempre. Sarà meno faticoso con tanti tifosi allo stadio: dovremo giocarcela tutti insieme, noi in campo, loro sugli spalti”. Con la squalifica di Della Rocca potrebbe essere di nuovo lui a vestire la maglia titolare. “Ringrazio chi mi fa i complimenti – ha ammesso il bianconero -, ma io sono qua per fare il mio dovere, far vedere quanto valgo e dare una mano alla squadra nella sua corsa verso la salvezza. Sono contento di come sta andando e di essere venuto a Siena: la piazza è tranquilla, con i compagni e il mister il rapporto è ottimo e quando ti alleni bene e volentieri è tutto più facile. E' una bella sensazione sentire sulla pelle la fiducia di chi ti circonda. Ma al primo posto viene la salvezza del Siena”. “Cosa scriverò su Twitter domenica prima della partita – ha riso Calello -? Che sarà fondamentale prenderci questi tre punti”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line