Calcioscommesse, il Pm Di Martino rivela: “Circa 30 gare sospette in Serie A”

Il Procuratore Capo di Cremona, Roberto Di Martino, fa chiarezza in conferenza stampa sugli sviluppi dell'inchiesta del Calcioscommesse, che ha portato nella prima mattinata a 4 arresti e all'iscrizione nel registro degli indagati di diversi nomi noti del calcio italiano, su tutti Gennaro Gattuso e Cristian Brocchi, e conferma che sotto la lente degli inquirenti ci sono anche gare della massima Serie.

"Sono circa 30 le partite di Serie A in cui ci sono stati contatti fra il 'Civ' (l'arrestato Francesco Bazzani, ndr) e calciatori o dirigenti che si ricollegano alla squadra che avrebbe giocato il giorno dopo o due giorni dopo. – ha spiegato Di Martino – In tutti questi casi sussiste il 'fumus di manipolazione' dei match". 

"Io non faccio l'opinionista e non posso mettermi a pontificare. – ha aggiunto Di Martino – Certo siamo di fronte a un dato di fatto chiaro e cioè che nonostante gli arresti e le indagini buona parte di questi personaggi continuano a fare quello che facevano prima".

Nell'inchiesta anche match delle Serie minori: "Oltre 50 partite del 2013, prevalentemente di serie minori soggette, sono state soggette a scommesse, e in 9 casi su 11 i pronostici sono stati azzeccati, non possiamo dire che siano state certamente manipolate ma il sospetto sussiste. Dalle intercettazioni emerge in modo evidenza l'esistenza di un consolidato meccanismo di corruzione, ad esempio da quello che costituisce una sorta di tariffario. Per truccare una partita di B si parla ad esempio di 2-300 mila euro…".

Sulle operazioni condotte nella prima mattinata di oggi, Di Martino ha aggiunto: "Abbiamo compiuto quattro arresti, sedici perquisizioni, hanno collaborato le squadre mobili di Bologna, Milano, Roma, Messina, Varese e La Spezia, Ancona, Verona, Siena, Rimini e Genova più naturalmente Cremona. – ha spiegato –Alcune di queste perquisizioni hanno dato esito positivo, sono andate a buon fine: abbiamo ritrovato appunti e quaderni i cui contenuti si rifanno a scommesse".

Fonte: goal.com