Calaiò: “Mi è dispiaciuto andarmene”

Calaiò è intervenuto ieri sera ad Antenna Radio Esse parlando dei motivi della sua cessione. Questo un estratto delle sue dichiarazioni:

"Mi è dispiaciuto andarmene da una città dove io e la mia famiglia abbiamo deciso di andare a vivere definitivamente quando smetterò di giocare. Anzi, non escludo di tornare in bianconero, magari a fine carriera. Mi è capitata questa occasione di militare in un top team e all'età che ho non potevo lasciarmela sfuggire. Tutti hanno capito, dai dirigenti ai compagni. E' stata un'opportunità anche per la società di monetizzare la mia partenza per fare nuovi investimenti sulla rosa".

itanto, il calciatore, sempre nella giornata di ieri è stato presentato alla stampa partenopea. Calaiò ha parlato della sua nuova esperienza, ma non ha tralasciato un pensiero per Siena

“Perchè  ho scelto Napoli? Il treno parte una volta sola, ho 31 anni e sono nel pieno della maturità calcistica. Voglio giocarmi questa possibilità perchè il Napoli è una squadra ambiziosa, punta ad alti livelli ed un domani racconterò a mio figlio che avrò giocato in Champions".

"Se dovessi giocare è chiaro che avrei maggiori occasioni da gol, con tutto il rispetto per il Siena qui c'è enorme qualità e le palle gol arrivano. Che siano dieci minuti o cinquanta, cercherò di fare gol importanti e dimostrare un giocatore cresciuto e che può aiutare dentro e fuori dal campo".

"Arrivo per dare il mio contributo, spero di mettere in difficoltà il mister anche se conosco gli attaccanti che ci sono in rosa. A livello di caratteristiche posso giocare un pò con tutti gli attaccanti, darò una soluzione in più al mister e voglio sudarmi la maglia, per la tifoseria e la società".

Fonte: Fedelissimo Online