Calaiò: “Domani ci saranno importanti incontri ma la trattativa non è chiusa”

Intorno all’ora di pranzo di era diffusa la notizia di una chiusura delle trattative per Calaiò e di un suo passaggio al Palermo.
La “mossa vincente” di Pietro Lo Monaco, che sembrava aver dato il via definitivo al ritorno a casa di Emanuele sembrava essere stata la tipologia del trasferimento, a titolo definitivo per una cifra che si aggira sui 2,5 milioni di euro e con un anno di contratto in più, rispetto al Napoli che invece voleva prelevare l'attaccante in prestito con diritto di riscatto.
Tale supposizione ci è stata smentita dal direttore Antonelli, che ha poi parlato ad altre testate dicendo che:
"Il Palermo è fortemente interessato ad Emanuele, non posso negarlo. Domani ci saranno importanti incontri nel corso dell'assemblea di Lega anche se non mi sento di sbilanciarmi nel dire che la trattativa sia chiusa. Su Emanuele non c'è solo il Palermo, anche Napoli e Torino apprezzano il giocatore. Dove pende l'ago della bilancia? Non è ancora tutto scritto, domani ci saranno degli incontri tra le società ma l'ultima parola spetta solo ad Emanuele. Saranno le sue emozioni e le sue convinzioni a fare la differenza"

A smentire ulteriormente la chiusura dell’affare ci ha pensato la dirigenza palermitana, nelle parole del presidente Zamparini e del vice presidente del Palermo Guglielmo Miccichè.

Zamparini: “Se domani ufficializzeremo Calaiò? Penso proprio di no, assolutamente, noi lo abbiamo appreso dai giornali. Ho appena finito di parlare con Lo Monaco, che non mi ha detto nulla. Il Palermo segue altre punte, aspettiamo risposte da altri attaccanti che sono stranieri e non italiani”.

Miccichè: “Calaiò? Nulla di vero. Solo voci, smentisco qualsiasi trattativa con l'attaccante". 

Fonte: Fedelissimo Onlie