Cagliari-Siena: Le pagelle del Fedelissimo

Pegolo Qualche corresponsabilità forse sul primo goal ma è l’unico che si guadagna la pagnotta 6
Del Grosso Prestazione scialba priva di qualsiasi iniziativa e anzi condita da molti sbagli 5
Felipe Balla la samba come tutto il reparto e si fa anche ammonire 5,5
Paci Lento e macchinoso sbaglia un goal facile che invece Nene ha messo dentro cambiando l’inerzia della gara. Del resto si salva spesso solo con un po’ di esperienza 5,5.
Neto Esce ridimensionato dopo ottime prestazioni. Colpevole sul primo goal e sul terzo dove Sau lo doppia in corsa  lasciandolo dietro di qualche metro si fa anche espellere a condire una serata mostruosa 4
Valiani Corre tanto e basta. Ogni tanto tocca qualche pallone in appoggio e su l’unico cross che riesce a fare arriva un goal immeritato nell’economia della gara. 5,5
Calaiò Evanescente sbaglia anche il rigore, magnanimo per la verità, che avrebbe potuto riaprire la gara. Segna un goal inutile che accresce solo il suo personale bottino. 5
Sestu Entra ma non si vede e non la vede 5
Vergassola Caracolla come un cavallo stanco e non possiamo fargliene una colpa considerato tutto il valore dell’uomo e dell’atleta ma stasera è stato inguardabile. Perdendo fra l’altro una palla a centrocampo che ha innescato il contropiede del terzo goal. 4,5
Bolzoni Cosa ci fa davanti alla difesa lo sa solo Cosmi. Impiegato in un ruolo molto pesante si smarrisce e fra un errore e un altro finisce anche per fare rigore.4,5
Angelo Cerca di proporsi ma naufraga nello squallore generale,5
Bogdani Da più parti lo si invocava come possibile alternativa in attacco. Fa un goal irregolare spingendo e anche con il braccio e travolgendo tutto e tutti. Del resto poca cosa.5
Ze Edoardo Entra per dare un po’ di qualità  e a fatica tocca un pallone in 20 minuti. Se lo tocca lo fa forse in appoggio. Irritante 4
Campos Toro Ma è entrato? SV

Positivo Nulla

Negativo Siamo una squadra senza qualità. Solo un po’ di corsa e tanti passaggi in orizzontale. Fallito il progetto D’Agostino non c’è nessuno che mostri qualità e la continuità per dare delle idee di calcio da serie A. Si può vincere una, due, forse tre partite correndo ma, alla fine, senza i numeri 10 , in questa categoria non siamo da corsa. E stasera, come con il Palermo, lo si e’ visto, senza ma e senza se. Stasera naufragio totale e non solo della squadra e dell’impianto tecnico-tattico,  ma anche di certe scelte di mercato inadeguate per il tipo di campionato che ci aspetta. Speriamo sia un momento di confusione generale dell’ambiente ma bisogna raddrizzare e alla svelta la barca pericolosamente inclinata

Federico Castellani

Fonte: Fedelissimo online