Cagliari-Siena 0-0

CAGLIARI (4-3-1-2): Agazzi, Pisano, Canini, Astori, Agostini, Biondini, Conti, Nainggolan, Cossu (dal 12' st Ibarbo), Larrivey (dal 12' st Nené). Thiago Ribeiro. All. Ficcadenti
A disp.: Avramov, Perico, Ariaudo, Ekdal, Rui Sampaio, Ibarbo, Nenè
SIENA (4-4-2): Brkic, Vitiello, Rossettini, Terzi, Del Grosso, Reginaldo (dal 19' st Destro), Vergassola, Gazzi (dal 29' st D'Agostino), Grossi (dal 1' st Mannini), Brienza, Calaiò. All. Sannino
A disp.: Pegolo, Contini, Rossi, Mannini, D'Agostino, Destro, Gonzalez
ARBITRO: Tommasi di Bassano del Grappa (Galloni-La Rocca/Tozzi)
AMMONITI: 29' pt Calaiò (S), 37' pt Canini (C), 19' st Mannini (S), 28' st Rossettini (S)
ESPULSI: nessuno
MARCATORI: nessuno
ANGOLI: 4-3
SPETTATORI: 10.000 circa (Il Cagliari non comunica dati sugli spettatori) Senesi 84

Anche al Sant'Elia nella formazione della Robur, in divisa gialla, la sorpresa: Mannini va in panchina, come a Roma sulla fascia c'è Grossi. Dall'altra parte Reginaldo. Brienza avanza, ne fa le spese Larrondo che finisce in tribuna. La difesa è confermata in toto, in mezzo la coppia Vergassola-Gazzi. Ficcadenti ripropone il Cagliari vincente con il Lecce: Larrivey affianca Thiago Ribeiro.

“Guai a sbagliare nell'atteggiamento”, aveva avvertito in settimana il tecnico della Robur: i suoi ragazzi rispondono dal campo. Partono con la giusta aggressività e spingono sulla sinistra: prima Pisano ferma Grossi, poi l'ex bianconero Agostini allontana il traversone dell'ex rossoblù Del Grosso. Al 4' la prima vera occasione: Brienza carica il destro dalla distanza, Agazzi para a terra. Al 6' Reginaldo conquista un angolo, Tommasi non lo concede. Dopo una fase un po' confusa, il Cagliari guadagna metri su un Siena appostato dietro la linea della palla: al 10' Agostini cerca il primo gol in serie A, parte in velocità si accentar e tira, si supera Brkic e manda in angolo. Al 12' la punizione di Cossu finisce sul fondo. Al 15' è Del Grosso a battere un potente calcio piazzato che Astori devia in corner. Continua il duello Agostini-Brkic: al 18' il portierone serbo si oppone con personalità alla conclusione al volo dell'esterno sinistro. Sugli sviluppi dell'azione, Brienza parte in contropiede, Pisano lo blocca. Spingono i padroni di casa. In un'azione un po' confusa, Conti chiede il rigore, l'arbitro – giustamente – lascia proseguire, sul rovesciamento Astori si oppone a Reginaldo. Al 24' altissimo il destro da lontano di Thiago Ribeiro. Al la mezz'ora Grossi cerca la porta dai 30 metri, angolo. Cinque minuti dopo, ci prova dall'altra parte Conti, Brkic blocca in due tempi. Al 38' punizione per la Robur, batte potente Reginaldo, colpisce Nainngolan che rimane a terra. E' ancora Brienza, al 40', a far tremare Agazzi: poi Calaiò non aggancia la ribattuta.

Grossi rimane negli spogliatoi, al suo posto Mannini. Contropiede bianconero al 6': Brienza parte palla al piede, lo accompagna Calaiò: Pisano costringe l'ex Reggina ad allungarsi troppo la sfera. Al 9' bella verticalizzazione di Vergassola per Reginaldo che, pressato in corsa da Astori scivola al limite dell'area. All'11' sugli sviluppi di un corner, Vitiello, disturbato da Nainngolan, manda fuori di poco, poi al 13' il Siena non riesce a trovare la deviazione giusta in un'azione confusa a pochi metri da Agazzi. Robur molto propositiva. Al 18' Calaiò cerca di deviare la punizione di Del Grosso, ma è alzata la bandierina. Al 19' la cannonata di Mannini finisce fuori di poco, Agazzi sembra sfiorare la palla, il bianconero chiede l'angolo con insistenza, Tommasi lo ammonisce. Ancora Brkic protagonista al 22': esce senza problemi sul bel tiro di Conti. Anche al 26' è lui a dire no al colpo di testa di Nenè. Al 29' Gazzi si infortuna: entra D'Agostino. Al 31' Brkic perde palla, poi recupera: Ibarbo cade nel contatto, Ficcadenti reclama il rigore. Al 34' bell'azione bianconera: Calaiò, però, viene pescato in fuorigioco. Al 42' occasione per Destro: Mannini lo serve, l'attaccante in diagonale manda fuori di poco. Al 43' alta la conclusione di Ibarbo. Al 46' Perinetti viene allontanato dal campo per proteste. Nel recupero Mannini rimane a terra: il Cagliari manda fuori la palla. Il Sant'Elia non è d'accordo. Finisce 0-0. La Robur guadagna un punto importante e meritato, stacca il Novara sconfitto in casa dal Bologna e inizia a pensare al Cesena, da terza difesa del campionato. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line