Cade l’imbattibilità della Reggiana, il Modena non sbaglia e prova l’allungo. Riscossa della Lucchese

Il testa a testa andava avanti da tantissime settimane e alla fine il primo segnale di cedimento è arrivato dalla Reggiana. La squadra di Diana ha infatti conosciuto per la prima volta in stagione il sapore della sconfitta, per mano di un Gubbio sugli scudi. Nel 2-1 finale le reti che condannano i granata le realizzano Mangni e Migliorini, a nulla vale il momentaneo pari di Cremonesi. Da osservatore interessato il Modena ha esultato dopo aver fatto il suo dovere espugnando il difficile terreno di Teramo in rimonta. Dopo il svantaggio iniziale siglato da Arrigoni, la squadra di Tesser l’ha portata a casa grazie alla doppietta di Tremolada (uno su rigore) e portandosi a +3 in classifica e conquistando per la prima volta da inizio stagione la vetta solitaria.

Giornata amara anche per Cesena ed Entella. I romagnoli non vanno oltre lo 0-0 in quel di Imola, mentre la Virtus cade malamente al ‘Porta Elisa’ contro la Lucchese vanificando il successo con la Robur di pochi giorni fa. Finisce 3-0 per gli uomini di Pagliuca, a segno con Belloni, Collodel e Corsinelli. Ad approfittare di questi passi falsi sono Pescara e Ancona Matelica. Il Delfino sbanca Pesaro con un gol per tempo (Cernigoi e Zappella), mentre la formazione dorica spezza la resistenza del Grosseto nell’ultimo quarto d’ora con lo stesso risultato (in rete Rolfini e Del Sole).

Dopo quattro risultati utili consecutivi cade la Pistoiese, sconfitta di misura al ‘Melani’ dal solito ostico Pontedera (gol di Barba a metà ripresa). Nelle retrovie prova a fare uno scatto salvezza il Montevarchi, che ottiene una vittoria fondamentale battendo nello scontro diretto la Fermana. Nel 2-0 finale sono decisive le segnature di Sorrentino e Carpani (rigore). Chiude la giornata il pari ad occhiali tra Viterbese e Olbia. (J.F.)

La classifica dopo il recupero della 22^ giornata

Fonte: Fol – Foto: Facebook Lucchese 1905