Bulevardi: “Non ho mai capito perché andai via da Siena. Tornare? Mai dire mai”

“Mi spiace davvero molto saltare il mio ritorno a Siena da avversario, è una partita che avrei voluto giocare. Siena è una piazza a cui sono ancora molto legato e ho un grande ricordo di tutto l’ambiente. Per me sarebbe stato un motivo di orgoglio poterla disputare, per tornare a calcare quel campo dopo tanto tempo”. C’è tanto rammarico nelle parole di Danilo Bulavardi, oggi in forza al Gubbio ed ex bianconero nel biennio di Mignani. Sabato al Franchi non ci sarà: con la Vis Pesaro, dopo aver trovato il gol, ha rimediato un’espulsione e dovrà stare fermo un turno.

Danilo, il Siena ha appena giocato a Pescara, lo stadio dove svanì il sogno della serie B col Cosenza. Anche quella partita, ironia della sorte, la saltasti per squalifica. Quanto rammarico c’è, a quasi quattro anni di distanza, per quel finale così amaro?

C’è ancora grande amarezza: penso sempre che se avessimo disputato quella gara con tutti i giocatori a disposizione il finale sarebbe stato diverso, visto che avevamo tanti ottimi giocatori.

Tanta amarezza e rabbia anche per come andò l’anno dopo: il mancato ripescaggio influenzò molto la stagione?

La influenzò eccome dato che eravamo sicuri che saremmo andati in Serie B e quindi anche mentalmente siamo partiti un po’ scarichi. Avevamo una squadra molto forte, anche nelle individualità, e sicuramente potevamo dare di più.

Poi non arrivò il rinnovo di contratto. Come andò la vicenda? Non trovaste un accorto economico o la società non ti fece neanche una proposta? Rimanesti dispiaciuto? Anche perché i tifosi erano molto affezionati a te, per la tua voglia e grinta che dimostravi in campo.

Non mi aspettavo minimamente di non rinnovare il contratto. Però non ho ricevuto nessuna proposta e mi ritrovai senza squadra: ancora oggi non ho capito quale fu il problema, ad ogni modo a fine anno cambiai anche il procuratore di allora.

Vorresti tornare, in futuro, a giocare nella Robur?

Nella vita non si sa mai cosa può accadere, mai dire mai. Per ora sto pensando a fare bene nel Gubbio.

Come va il campionato del Gubbio? Siete stati gli unici a battere la Reggiana.

Il campionato sta andando bene, anche se potevamo fare qualcosa di più. Il nostro obiettivo è arrivare ai playoff e poi giocarcela.

Sabato sarà quasi uno scontro diretto per i playoff. Che gara ti aspetti?

Mi aspetto una partita molto dura e penso che il Siena vorrà rifarsi dopo l’ultima sconfitta per rimettersi subito in carreggiata. Noi però dopo la vittoria con la Vis Pesaro vogliamo continuare a fare bene.

Nella famosa chat su Whatsapp, in cui c’è anche Guberti sabato tuo avversario, scriverai o scriverete qualcosa di particolare?

Con Stefano siamo grandi amici, anche se non ci scriveremo in chat lui rimane sempre una persona squisita, che merita di essere il capitano e la colonna di questo Siena.

(Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol