Brescia: Bergodi esonerato, dubbi sul successore

Nuovo cambio di panchina in serie cadetta. È ancora il turno del Brescia, che esonera Cristiano Bergodi.

Arrivato sulla panchina biancoazzurra il 30 settembre 2013, il tecnico  romano ha guidato il Brescia per 20 gare, conquistando 30 punti. Fatale la sconfitta casalinga di sabato col Carpi.

Questo il comunicato della società: “Brescia Calcio S.p.A. comunica di aver sollevato, in data odierna, dalla conduzione tecnica della Prima Squadra il Sig. Cristiano Bergodi e il suo staff tecnico.La società ringrazia mister Bergodi e i suoi collaboratori per il lavoro svolto in questi mesi e augura loro i migliori successi professionali”.

Molti dubbi però riguardano il possibile successore. Nella giornata di eri si era fatta largo la clamorosa ipotesi di un ritorno di Giampaolo (con dura contestazione dei tifosi bresciani) con tanto di incontro in serata tra Corioni e il tecnico di Giulianova. Ma, dopo una lunga serata di trattative con il presidente Gino Corioni, e i suoi collaboratori, Giampaolo, già titubante (sembra che volesse assoluta libertà d'azione e la possibilità di lavorare senza un obiettivo immediato) ha deciso di riprendere la via di Giulianova, rifiutando di legarsi nuovamente alla panchina del Brescia, che lasciò a settembre.

 E adesso? Il nome più caldo sembra quello di Ivo Iaconi, il fratello del ds Andrea. In giornata sono attese novità.

Fonte: Fedelissimo Online