Bonura: “Ad un minuto dalla fine i rigori dovrebbero essere più netti”

Il primo a presentarsi in sala stampa dopo il pareggio odierno è il tecnico ospite Marco Bonura. Di seguito le sue parole:

Partita – “È un pareggio che vale quanto una vittoria. Ai ragazzi avevo chiesto di non prendere il secondo gol ad inizio ripresa. Il merito nostro è stato quello di essere riusciti a tenere sempre la partita aperta, poi è chiaro che è stato un episodio alla fine a deciderla. Devo essere obiettivo, mi è sembrato un contatto normale. L’episodio ha premiato noi e penalizzato il Siena. Dalla panchina ero lontano e non ho visto bene, ma ad un minuto dalla fine i rigori dovrebbero essere un po’ più netti”.

Atteggiamento – “Ho scelto di giocare con un atteggiamento più offensivo, e con un attaccante in più, perché avevo paura della loro qualità, comunque in fase difensiva ce la siamo cavata. Poi il Siena ha anche qualità e ci sta che siamo andati un po’ in difficoltà. A livello di supremazia territoriale ha fatto qualcosa in più di noi. Poi dopo il pareggio nostro sembrava che il Siena avesse un po’ accusato, però c’è stato l’episodio del 2-1 dove abbiamo avuto un po’ di sfortuna. Siamo comunque stati bravi a tenere la partita aperta. Nel finale Mignani non era in possesso, secondo me da regolamento ci doveva stare l’ammonizione e non l’espulsione. Poi forse anche il Siena si è abbassato un po’ per paura”.

Premio – “Lo meritano anche se abbiamo solo pareggiato. La nostra realtà e piccola ma seria, la società fa sempre il passo secondo la gamba.

(Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol