BOLZONI: FELICISSIMO DI GIOCARE IN A CON LA ROBUR

Raggiunto in Grecia dove si sta godendo le meritate vacanze, Francesco Bolzoni è felice, molto felice, di poter vestire ancora i colori della Balzana. Il centrocampista, che con la maglia della Robur ha vissuto una stagione da protagonista, sbaragliando la concorrenza grazie a una maturazione esponenziale sia a livello di gioco che di personalità (e tre reti), aveva già espresso in passato la volontà di rimanere sotto la Torre, trovando la totale disponibilità della società bianconera. Nel campionato che sta per iniziare, avrà la possibilità di affermarsi anche nella massima serie.

“Sono molto contento – dice Bolzoni -, era quello che volevo. La mia unica aspettativa, adesso, è quella di giocare con continuità, magari replicando la splendida stagione appena vissuta. Pensare di giocare in serie A mi fa un bell’effetto, anche perché questa categoria me la sono guadagnata sul campo insieme ai miei compagni, motivo in più per esserne felice”.

Bolzoni, a onor del vero, in serie A ha già esordito, a vent’anni, con la maglia dell’Inter, il 24 maggio 2009, al 75′ della trasferta al Sant’Elia di Cagliari.

“Sì è vero – spiega il bianconero -, ma quella è stata solo una piccola parentesi che tengo tra i miei ricordi più belli. Ora è diverso. Sono consapevole che mi aspetta una stagione importante, in cui ho la possibilità di confermarmi per iniziare il mio cammino nel calcio che conta”.

Al di là dei trascorsi, la partita che Bolzoni aspetta con ansia di giocare “è la prima”.

“Sì – aggiunge – non vedo l’ora di scendere di nuovo in campo”.

Nel nuovo condottiero della Robur il centrocampista ha molta fiducia.

“Per Sannino, proprio come per molti di noi, questa è una grande possibilità – ammette -. E’ venuto per far bene, sono certo che ci troveremo alla grande: gli piace far giocare la squadra, all’insegna dell’aggressività. Il suo sistema di gioco non è molto diverso da quello a cui eravamo abituati. Le carte insomma sono tutte in regola”.

Ma giocare per vincere un campionato è diverso dal giocare per mantenere la categoria…

“No, non credo – ribatte Bolzoni -. Noi dovremo scendere in campo ogni volta per battere gli avversari. Pur consapevoli che sarà dura e che affronteremo squadre anche con qualità maggiore della nostra, dovremo mettercela tutta. Ma la mentalità vincente dobbiamo mantenerla, perché è quella che ci ha permesso di portare a termine con un trionfo la nostra cavalcata”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line