Biancon: “Posso fare anche di più. Felice di Siena, vorrei restare qua”

Il Siena domenica ritrova il Firenze Ovest, la prima squadra che riuscì a strappare un pari alla squadra di Magrini. “Ma adesso siamo più consapevoli rispetto ad allora, ci conosciamo da più tempo”, spiega Enrico Biancon, intervistato dal Corriere di Siena. “Secondo me – sostiene il difensore bianconero – sarà una partita tosta, sulla falsa riga dell’ultima che abbiamo giocato. Cercheremo di trovare delle soluzioni, cercando di giocare. Vediamo anche come saranno le condizioni del nostro campo, che anche quelle non sono sempre ottime. Sarà una gara dura”.

Lastrigiana – “È stata una battaglia più che una partita. Il campo non ci permetteva di giocare, era impraticabile. A noi piace palleggiare e non è stato assolutamente facile. Ma l’abbiamo interpretata bene, nonostante lo svantaggio a freddo siamo riusciti a subito a pareggiarla con Lollo. Abbiamo rimesso in piedi la partita e ci abbiamo provato fino alla fine, anche se non abbiamo vinto”.

Il +11 – “Un distacco così grande non me l’aspettavo. Ma se caliamo l’attenzione e giochiamo con superficialità rischiamo sempre di ridurre il vantaggio e di non centrare l’obiettivo. Dipende tutto da noi, quando entriamo in campo con consapevolezza sappiamo che possiamo fare bene e portare a casa i tre punti”.

Concorrenza in difesa – “Essere tutti dei buoni giocatori aiuta anche a migliorarsi, anche durante gli allenamenti, per dare quel qualcosa in più. Ovviamente, giocando per la stessa squadra, si tratta di una concorrenza positiva, non bisogna cadere in rivalità sleali. Chi gioca dà il massimo e questo è quello che conta”.

Giudizio personale – “Sto facendo una buona stagione, anche se so che posso fare di più. Punto sempre a migliorarmi”.

Siena – “È stata una bella sfida e un bel rilancio. Ho avito qualche stagione in cui non ho giocato per vari motivi, quindi sono felice di aver fatto questa scelta. Restare il prossimo anno? Spero di sì. Qui mi trovo bene proprio come città. È tranquilla e i tifosi sono sempre presenti e questo fa piacere”.

Fonte: Fol