Berretti, il cuore non basta. Il Prato passa in pieno recupero

La Berretti di Signorini perde l’ultima occasione per migliorare il terzo posto (che diventa comunque sicuro, vista la sconfitta del Tuttocuoio a Carrara) e cede il passo al Prato, che torna capolista in una gara al cardiopalma. I bianconeri, sotto per un gol in sospetto fuorigioco, ribaltano il risultato e si trovano in vantaggio per oltre venti minuti, ma subiscono due reti nel finale e al triplice fischio sono tanti gli applausi ad una squadra stremata che ha dato davvero tutto.

Formazione – Tanti gli assenti tra infortuni e squalifiche. La mancanza di Gianneschi spinge Signorini a passare al 4-4-2, con i baby Nassi e Cecconi davanti all’altro 2000 Sanfilippo. In avanti Crisci e Molinari, mentre in panchina si vedono tanti ragazzi degli Allievi, tra cui Squarcia, classe 2001. La differenza di età tra le rose è evidente. Per capirci, il Prato ha tutti ’99 e pure un ’98, Vannucchi, mentre il loro numero 10, Alberto Marini, ha giocato tre giorni fa contro la Cremonese in prima squadra.

Primo tempo – Proprio Marini, cresciuto nelle giovanili della Fiorentina, offre a Santucci la prima occasione del pomeriggio, ma il centravanti gira tra le braccia di Sanfilippo. Sul fronte opposto Ravanelli non trova per poco Molinari su un traversone da sinistra. Il Prato passa al 18’ con un appoggio di Vannucchi per Della Mina, in probabile fuorigioco, che sotto porta realizza il più facile dei gol. Il Siena protesta e si riversa nella metà campo laniera. Fioccano i falli dal limite e le chance da fermo, che saranno ben cinque, ma né Miccoli né Crisci riescono a trovare il bersaglio. Lo trova invece Schoon Molinari, al 34’: Nassi serve in verticale Ravanelli, che ha spazio sulla trequarti e lancia Molinari il quale con un bel diagonale batte Nicro. Allo scadere altro episodio da moviola: Santucci parte in posizione irregolare e si presenta a tu per tu con Sanfilippo, che lo stende fuori area. Sarebbe punizione e espulsione, invece l’arbitro indica il dischetto e ammonisce il portiere di Civitavecchia, che si riscatta alla grande parando il rigore calciato da Della Mina. La prima frazione si chiude sull’1-1 (come Lucchese-Siena di giovedì sera, e purtroppo anche il secondo parziale sarà lo stesso).

Secondo tempo – 3’ Santucci esce Sanfilippo e sventa, angolo. Nella ripresa il Siena si ritrova in vantaggio grazie ad un contropiede fulmineo azionato da Sheshi (gran partita la sua) e finalizzato da Ranaelli, bravo nello stop a seguire e nel bruciare il portiere con un tiro all’angolino. I bianconeri sfiorano il terzo gol con Sheshi, che da due passi non riesce a buttar dentro un invito di un altro ragazzo che si sta facendo ben notare, Nicola Sabatini. Nell’ultimo quarto d’ora le forze senesi vengono meno, con Miccoli costretto a rimanere in campo nonostante i crampi. Al 29’ Nannini su punizione pesca il sette, ma Sanfilippo si traveste da spiderman e devia in angolo. Al 34’ arriva il pari: Sanfilippo si scontra con Bracciali, Santucci ne approfitta e mette dentro da pochi passi. Nel finale, al 2’ dei quattro di recupero, Nassi colpisce di mano un tiro destinato in rete: altro rigore e espulsione per il senese. Dal dischetto va De Simone e stavolta Sanfilippo non ci arriva: 2-3. C’è tempi per un colpo di testa alto di Molinari su cross di Sabatini, poi il triplice fischio e l’esultanza del Prato, che era costretto a vincere per tornare capolista. Per il Siena invece nulla cambia. 3° o 4° posto fa poca differenza. (Giuseppe Ingrosso)

Tabellino: Robur Siena-Prato 2-3

Robur Siena (4-4-2): Sanfilippo; Sabatini, Cecconi (84’ Bussone), Nassi, Bracciali; Ravanelli, Miccoli, Bongini (75’ Bizzarri), Sheshi; Crisci (86’ De Carolis), Molinari. A disposizione: Nesi, Cecchini, Squarcia, Imperato, Anselmi, De Bianchi, Esposito. Allenatore: Alessandro Signorini.

Prato (3-5-3): Nicro; Vannucchi, Nannini, Fani; Marini, Sforli (84’ Carli), Biagi (16’ Coselli), Marcellusi, Bassano; Della Mina (66’ De Simone), Santucci. A disposizione: Reggiani, Melani, Mazzuoli, Coselli, Hoxha. Allenatore: Andrea Bertini.

Arbitro: Burgassi di Firenze (assistenti: De Luca, Giordan).

Marcatori: 18’ Della Mina, 34’ Molinari, 56’ Ravanelli, 79’ Santucci, 92’ rig. De Simone.

Note: ammoniti Nannini, Sforli, Sanfilippo, Marcellusi, Cecconi, Sabatini. Recupero: 1’, 4’.

Fonte: Fol