Beretta: “Leggo di problemi societari, spero che tutto vada bene”

L’ultima volta che è stato al Rastello è stata tre mesi fa, nella partita contro il Rimini. “Finì 0-0, ma meritava la vittoria”. Mario Beretta torna spesso a Siena. Perché ha tanti amici, perché il suo legame con la città è fortissimo. E perché è vicino a Coverciano, dove tiene corsi per allenatori. “Leggendo gli organi di informazione sembra che ci sia ancora qualche problema societario. Spero che le cose non vadano a finire in malo modo”, spiega l’ex tecnico bianconero al Corriere di Siena.

“A Siena ho fatto tre anni splendidi, al di là degli aspetti tecnico-calcistici – prosegue Beretta – abbiamo raccolto due salvezze fantastiche contro le grandi del campionato, che per una realtà come Siena era come vincere lo scudetto. Anche del terzo anno, in B, ho un ricordo meraviglioso, perché si era formato un gruppo-squadra fantastico pur con gli 8 punti di penalizzazione, stipendi non pagati, il tutto culminato nel fallimento. Una stagione straordinaria, lanciando anche giocatori poi arrivati ai massimi livelli, vedi Spinazzola. Una grande esperienza dal punto di vista umano ma anche tecnico visto che, senza la penalizzazione, ci saremmo potuti giocare probabilmente anche la promozione diretta”.

Fonte: Fol