Beretta: Domani partita davvero complicata

"Tutte le partite in serie B sono complicate, ma qualcuna lo è più di altre": un preoccupato Mario Beretta ("come lo sono sempre alla vigilia di una gara" dice il mister), presenta così Siena-Latina. "I laziali non sono partiti brenissimo ma poi hanno inanellato una serie di risultati positivi che li ha condotti nelle zone alte della classifica – ha spiegato -. Hanno l'entusiasmo delle matricole e giocatori di qualità a partire dal duo offensivo Jonhatas-Ghezzal, passando da Morrone e Crimi, senza dimenticare Ciccio Esposito che ho allenato a Lecce. Sapranno come sopperire alle assenze e anche noi, sotto questo aspetto non siamo messi meglio, anche questa settimana dovrò convocare dei ragazzi della Primavera…". Lungo l'elenco dei bianoneri indisponibili. "Paolucci è squalificato, Morero, Vergassola, D'Agostino e Mannini sono out per infortunio – ha commentato Beretta -. e non credo che possano rientrare prima di gennaio. lunedì dovrebbero riprendere con il gruppo per tornare a disposizione per Siena-Varese del 29. Anche Grillo potrebbe non esserci domani: è rientrato da fastidioso infortunio, in più ha avuto una settimana in cui non si è potuto allenare a pieno regime (il suo nome è spuntato nel caso calcioscommesse ndr). Non l'ha presa bene, soffre e anoi ci dispoiace vederlo così. Ma abbiamo deciso di non parlarne, al campo di certe cose spiacevoli non si discute. Mi ha messo subito a conoscenza dell'accaduto e da lì non siamo più tornati sull'argomento. Gli ho ovviamente dato tutta la mia disponibilità, ma questo esula dal rapportoi professionale". Per sostituire il mancino Beretta ha diverse possibilità. "Nel suo ruolo possono giocare sia Milos che Feddal o lo stesso Spinazzola che ha agito in quella posizione contro lo Spezia – ha affermato il mister -. Pure Valiani potrebbe starci, ma mancandoci uomini a centrocampo lui giocherà da un'altra parte. Francesco sta facendo benissimo in uesto momento, anche grazie alla grande esperienza maturata negli anni. Sì, può coesistere nella linea a quattro con Pulzetti, ma in ballo, per la maglia titolare, c'è anche Schiavone". Massima segretezza sul modulo. "Deciderò all'ultimo – le parole del mister -, anche in base alla disposizione del Latina e a chi giocherà in attacco. Senza Paolucci gli unici 'veri' attaccanti che rimangono sono Giannetti e Rosseti. Spinazzola, thomas e Scapuzzi hanno caratteristiche un po' diverse". "Mi fa piacere che i ragazzi abbiano risposto 'presente' anche al cambio di sistema operato a Reggio Calabria – ha aggiunto il tecnico bianconero -. Questo perché lavoriamo ogni giorno sui principi e sulle conoscenze, con grandi impegno e attenzione. E la squadra, così facendo, può variare da un modulo all'altro senza risentirne. E comunque, come dico sempre, sono lo spirito e la filosofia a fare la differenza, non i numeri. Si può essere offensivi con un solo attaccante in campo, come difensivi con più punte. i sistemi di gioco sono tutti validi, dipende da come li interpreti". (Angela Gorellini)     Fonte: Fedelissimo on line Foto: acsiena