Beretta chiama a raccolta i tifosi

Oggi Mario Beretta, allenatore del Cesena, ha incontrato la stampa prima della partita contro il Catania. Queste le sue dichiarazioni riportate dal sito ufficiale della società romagnola:
Sull'attuale situazione della squadra: "Alla passione e al lavoro non si può dire di no: non ho nessun rimpianto di essere venuto a Cesena. L'elemento su cui puntare è l'orgoglio dei giocatori, che sono uomini, sulle qualità personali e sulla chiarezza della posizione in campo. Contiamo soprattutto sul fattore campo: abbiamo bisogno dei nostri tifosi e del loro sostegno. Ho apprezzato molto la presenza di molti a Firenze, mi sarebbe piaciuto premiarli con una vittoria. Bisogna avere più coraggio, spavalderia, bisogna lasciarsi alle spalle questa situazione e cercare di andare avanti senza la paura di sbagliare. Dobbiamo assolutamente giocare tutte le partite, i sei punti sarebbero uno slancio notevole, ma fino alla fine non è finita."
Sulle voci che circolano in questi giorni: "Sono soddisfatto al 100% del comportamento della squadra, sono tutti molto professionali. Da allenatore si capisce la vita che i calciatori fanno fuori dal campo e per le due settimane che mi riguardano non posso lamentarmi: sono sempre tutti pronti e puntuali per gli allenamenti. In generale i calciatori italiani sono sempre molto attenti e professionali."
Sugli avversari: "Mi aspetto un Catania tranquillo e molto sereno, ha una classifica molto positiva e giocatori di qualità."
Un appello finale ai tifosi: "Contestare di sicuro non aiuta, a maggior ragione in una situazione come questa. Ma sono sicuro che domani saremo tutti uniti intorno alla maglia, soprattutto i tifosi."

Fonte: Tuttomercatoweb.com