Beretta: Attesi da una sfida dura, ma siamo abituati alle difficoltà

A poche ore dalla partenza per Lanciano Mario Beretta non vuole più parlare di arbitri. “E' tutta acqua passata – dice il mister -, ora dobbiamo pensare solo a fare punti. Abbiamo iniziato un percorso e dobbiamo continuarlo, visto che nelle ultime tre partite abbiamo raccolto meno di quanto maritato. Abbiamo iniziato tra mille difficoltà e sappiamo che di difficoltà è e sarà costellata la nostra strada. Siamo una squadra in fase di costruzione e poi in campo ci sono sempre anche gli avversari che come noi vogliono vincere”. A proposito di avversari… Attenzione alla capolista e alle sue qualità, l'avvertimento di Beretta. “Le qualità al Lanciano di cert non mancano – spiega l'allenatore della Robur -, altrimenti non sarebbero dove sono. Dopo dodici giornate hanno venticinque punti, che valgono il primato in classifica, inutile nascondersi. Hanno entusiasmo, giovani promettenti, un ottimo impianto di gioco e sono molto bravi sulle palle inattive. Dovremo stare molto molto attenti”. “Ci presentiamo alla sfida in buone condizioni – aggiunge poi -, abbiamo solo due acciaccati, Spinazzola e Mannini che ha accusato un problemino nell'amichevole di ieri pomeriggio. Li valuteremo nelle prossime ore”. Beretta poi fa un passo indietro, alla gara con il Cittadella. “Nel primo tempo abbiamo faticato nella manovra e a trovare gli spazi – chiude il mister -, ci siamo innervositi e abbiamo sbagliato qualche gesto tecnico di troppo. Pur non subendo tantissimo. Ma già negli ultimi dieci minuti della prima frazione siamo cresciuti e ci siamo fatti vedere di più sotto porta. Nella ripresa abbiamo sempre avuto in mano il pallino del gioco, siamo passati in vantaggio e potevamo anche raddoppiare. Dobbiamo ragionare su quel primo tempo perché troveremo altre squadre che si chiuderanno come ha fatto il Cittadella e noi dovremo essere pronti a scardinarle”. (Angela Gorellini)

Fonte: fedelissimo on line