Bari e Perinetti verso l’addio

 

Fin dal giorno del suo insediamento, il presidente Massimo Mezzaroma sta portando avanti una trattativa per favorire il ritorno a Siena di Giorgio Perinetti.

Il dirigente romano, artefice principale del miracolo Bari è legato alla squadra pugliese da un contratto che scadrà nel 2012 ma, come è sua abitudine, in questo periodo si confronterà con la proprietà per un bilancio dell’annata e per buttare le basi per la prossima stagione.

A Bari la piazza è in fermento e i tifosi biancorossi stanno rivivendo un film andato in onda anche l’anno scorso, quando, nonostante la trionfale cavalcata in serie A, l’ambiente fu scosso prima dalla querelle Conte (conclusasi con la separazione dal tecnico leccese), poi dalla comica trattativa per la cessione del club al texano Barton.

I programmi di Perinetti e quelli di Matarrese non sembrano collimare ed è iniziato un processo che potrebbe portare al divorzio tra la società e il DS.

Il Bari, da parte sua, potrebbe rivendicare un contratto che scadrà nel 2012, ma indiscrezioni provenienti dalla Puglia porterebbero a pensare che le posizioni tra la famiglia Matarrese e Perinetti siano molto lontane.  Da una parte il DS vorrebbe garantire alla piazza il consolidamento della squadra in A e il contemporaneo irrobustimento della società, con l’evidente obiettivo di poter un giorno tentare l’avventura europea,  dall’altra la proprietà più propensa a compiere piccoli passi e, soprattutto, a non lanciarsi in investimenti che risulterebbero troppo pesanti.

Difficilmente, quindi, la famiglia Matarrese potrà garantire a Perinetti il programma ambizioso che il DS vorrebbe portare avanti e dall’incontro decisivo fissato per fine aprile potrebbe venire fuori la risoluzione consensuale del contratto in atto.  

A conferma di questo probabile divorzio, nell’ambiente del calcio iniziano a circolare i nomi dei possibili sostituti del dirigente romano: Rino Foschi, Pierpaolo Marino e Antonio Imborgia, attualmente al Piacenza.

Nell’edizione di ieri, l’amico e collega Andrea Bianchi del Corriere di Siena, dava  per imminente l’approdo di Perinetti al Siena e crediamo, in base agli elementi che abbiamo raccolto, che la notizia sia più che attendibile e, anche se il lavoro per concludere questa trattativa non è ancora finito, le speranze di rivedere Giorgio Perinetti alla guida del settore tecnico della Robur sono molto aumentate. (Nicnat)

Fonte: Fedelissimo Online