Bani: “Spirito di rivalsa è tanto. Con la Vis bravi a far sembrare tutto facile”

In questo avvio di campionato si è distinto con delle buone prove a centrocampo. Cristiano Bani ora vuole proseguire su questa strada e riscattare un campionato, quello scorso, che di soddisfazioni ne ha regalate meno del previsto. L’ex Pro Vercelli ne ha parlato oggi, di fronte alla stampa, al campo di Castellina:

Vis Pesaro – “L’esordio è stato molto emozionante, in primis perché abbiamo potuto farlo davanti ai tifosi, che ringraziamo per il supporto che ci stanno dando. Per noi reduci penso ancora di più, perché abbiamo vissuto un anno molto difficile, è stato un motivo di rivalsa. Questa partita però dobbiamo già archiviarla e pensare al Teramo”.

Gruppo – “C’è grande sintonia tra chi c’era l’anno scorso e chi è arrivato da ultimo. Ho visto spirito di appartenenza, ci siamo amalgamati molto bene quindi siamo contenti”.

Partenza – “Se è sembrato tutto facile è perché siamo stati bravi noi a farlo sembrare tutto facile. Abbiamo cercato noi l’espulsione, abbiamo portato tutti gli episodi dalla nostra parte. Era la prima partita, quindi non era scontato, è una vittoria che può essere molto importante per acquisire consapevolezza nei nostri mezzi”.

Teramo – “È un avversario ostico, per quanto mi riguarda il risultato con l’Entella è stato bugiardo. È una squadra organizzata, con un allenatore preparato. Sono molto bravi sulle seconde palle, bisogna farci trovare subito pronti”.

Rosa – “Penso che la concorrenza e la sana competitività all’interno facciano bene, ci permettono di dare il 100% in allenamento e migliorarci quotidianamente. Non dimentichiamoci nemmeno dell’incognita Covid, le rose larghe hanno anche l’obiettivo di far fronte a questo problema, oltre a quello degli infortuni”.

Obiettivo – “Voglio continuare a crescere, non nascondo che c’è molto spirito di rivalsa rispetto ad anno scorso, perché sia a livello personale che di squadra potevamo fare molto meglio. Sono pronto a mettermi a disposizione di squadra e mister”.

Campionato – “Nel girone ci sono squadre molto forti sulla carta, di cui alcune retrocesse dalla B e abituate a fare campionati di vertice. Da squadra noi ragioniamo una partita alla volta, non abbiamo un obiettivo a lungo termine. Vedremo dove potremo stare”. (Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol