Banchini: “Non si è vista l’inferiorità numerica”

È tornato a Siena Marco Banchini, vice di Scazzola nella seconda metà di stagione nel 2016/17, stavolta da primo allenatore, alla guida del Como. Queste le sue dichiarazioni:

La partita – “Contano solo i punti, ma oggi abbiamo disputato una buona partita. Siamo stati aggressivi e determinati, faccio i complimenti ai ragazzi. L'inferiorità numerica non si è vista, abbiamo perso solo per la giocata di un giocatore del Siena. Un po’ di esperienza in più ci avrebbe risparmiato il secondo giallo, ma ora dobbiamo pensare alla prossima partita ripartendo dalla buona prestazione di questa sera”.

Dispiacere – “Il rammarico è per le occasioni di Gabrielloni solo contro Confente sullo 0-0, e Miracoli che su palla inattiva ha la palla di testa da due metri”.

Robur – “Nelle partite giocate finora ha dimostrato grande capacità di palleggio e giocate individuali. Quando il possesso è lontano dalla porta diventa un po’ sterile, è normale che quando trova squadre che si chiudono abbia difficoltà, serve velocità di manovra e possono diventare prevedibili. Ma ha grandi giocatori di fantasia”.

Siena – “Nel 2016 siamo subentrati a metà campionato, c’era la presidente Durio, il direttore Vaira, Vassallo, D’Ambrosio e Campagnacci. Siena è una città in cui si vive bene, ho parenti fiorentini e per me è sempre un piacere tornare in Toscana”. (G.I.)

Fonte: FOL