Bachini : “Ho già pagato per i miei errori, vorrei un’ultima possibilità nel mondo del calcio”

 

 

Jonathan Bachini è stato trovato positivo alla cocaina per due volte, e per due volte ha pagato. Anzi, nella seconda occasione è stato radiato dal calcio. E dimenticato dalla gente comune. Ora, l'ex giocatore di UdineseJuventusBrescia e Siena vorrebbe un'ultima possibilità, ma sa bene che averla non sarà per nulla semplice.
"Nella Giustizia ordinaria chi collabora ha diritto a uno sconto della pena – si sfoga Bachini in una lunga intervista al quotidiano 'Pubblico' – Ho chiesto alla Figc, mi hanno risposto che non è più un caso di loro competenza. Credo che non vogliano creare un precedente pericoloso nel calcio italiano". 

"Non voglio far nomi, ma intanto si vedono in campo giocatori che due mesi fa erano sui tg, arrestati – continua l'ex calciatore – io non ho alterato partite e non ho ingannato né società, né colleghi, né scommettitori. Ho fatto del male soltanto a me stesso. E sto pagando con la radiazione".

Quel che più brucia, a Bachini, è essere finito fuori dal cuore di chi un tempo ne condivideva lo spogliatoio. "Non ho mai ricevuto chiamate da ex compagni o allenatori. Anzi, appena ne incrocio qualcuno, questi gira lo sguardo dall'altra parte. Nemmeno le società mi hanno offerto aiuto, pur conoscendo le mie difficoltà". 

Che ha fatto in questi anni? "Lo scorso anno ho dato una mano a un amico in una squadretta di terza categoria. Poi qualche lavoretto saltuario, per aiutare amici e parenti. Ma il problema è che è difficile reinserirsi nella società: il cognome e il passato possono diventare un peso. E poi, fondamentalmente oltre al calcio non so fare nulla". 

Il suo desiderio, ora, è uno soltanto. "Vorrei tornare nel mondo del calcio. Sogno di allenare i ragazzini, e credo che sarei all'altezza del compito, sia a livello calcistico che morale. Anzi, la mia esperienza potrebbe servire da monito per i più giovani: far capire loro come il successo può svanire da un momento all'altro".
Ponte: Pubblico