Azzurri verso il siena, e’ gia’ una “finale”

Si pensa alla sfida contro il Siena in casa Carrarese dopo aver archiviato la sconfitta di sabato scorso contro il Piacenza e sopratutto si guarda alla classifica. Perché se uscire dalla partita di Piacenza con 0 punti poteva, sulla carta, essere plausibile, la sfida contro il Siena inizia ad essere una di quelle "finali" a cui gli azzurri dovranno rispondere con la grinta e la determinazione per strappare punti.

I 29 punti in classifica a tre punti dalla zona immediatamente fuori dai play-out occupata ora dall'Olbia ma anche a quattro punti dall'ultima posizione, sono sicuramente un campanello d'allarme. D'ora in poi saranno tutte partite importanti come una finale perché scatta l'intreccio delle combinazioni sugli altri campi. Sabato per esempio la Carrarese affronterà il Siena ma ci sarà lo scontro diretto tra Tuttocuio e Olbia e poi il Prato sarà contro il Livorno (gara proibitiva per i lanieri) e la Lupa Roma contro il Pro Piacenza. D'altronde con sabato mancheranno otto partite alla fine del campionato e ogni punto diventa fondamentale per tentare di uscire dalla zona play-out, un obiettivo che resta assolutamente alla portata della squadra allenata da mister Firicano. Allenamento. Ieri seduta unica di allenamento per la rosa dei calciatori a disposizione dello staff tecnico che ha fatto svolgere alla squadra, esercitazioni tecnico tattiche. Nuovo appuntamento per i calciatori azzurri previsto oggi pomeriggio alle ore 15. Qui Siena. Il difensore Dario D'Ambrosio ha rilasciato un intervista sul sito ufficiale della società bianconera parlando anche della sfida di sabato sera contro la Carrarese: «Sabato sera avremo una partita molto difficile da affrontare, loro giocheranno alla morte per salvarsi; anche noi però siamo alla ricerca dei punti per raggiungere il prima possibile la salvezza. Ogni partita rappresenta delle difficoltà, basti pensare al match con l'Alessandria e a quello con la Lupa Roma. Dobbiamo andare a Carrara con la giusta concentrazione. Non so neanche quanto sono distanti i playoff, so solo che siamo a +9 dai playout ed è la cosa più importante. Il mio ruolo? Sono le mie prime tre partite da difensore centrale in questa stagione, ho già fatto questo ruolo altre volte in carriera ed è giusto farsi trovare pronti per ogni necessità». In effetti, rispetto alle altre, il Siena è sicuramente in una posizione di privilegio, la vittoria contro la capolista ha permesso di fare un bel balzo in avanti alla squadra di Scazzola e nella quale vi sono in ruoli chiavi due carrarini doc come Davide Vaira e Giovanni Dolci. In detaglio, la graduatoria è: Siena 38, Pistoiese 36, Pontedera 33, Olbia 32, poi le squadre al momento nei playout: Carrarese, Prato e Tuttocuoio 29, Lupa Roma 28; ultima, attualmente retrocessa direttamente, la Racing a 25. La squadra di Firicano ha finalmente trovato una solidità difensiva (due gol in tre partite, di cui uno su rigore), ma deve trovare più continuità offensiva (in casa del Renate e a Piacenza è rimasta a secco, in mezzo la scorpacciata con la Racing). L’organico ora è completo, nonostante le numerose assenze: contro il Siena, sabato sera, sarà fondamentale tagliare i rifornimenti a Marotta, un attaccante che sa sfruttare al meglio ogni minima occasione.

Fonte: Il Tirreno