AVANTI COSI’, ROBUR!

Per una volta abbiamo raccolto più di quello seminato, ma poco ci importa. Era determinante ottenere i tre punti e i tre punti sono arrivati. Una prestazione opaca quella offerta oggi pomeriggio dai bianconeri, frenati dalla voglia e dalla grinta della Reggina, venuta a Siena con l’aspirazione di portar via almeno un punto. C’è voluta un’invenzione di Super Mario Frick, alla centesima presenza in serie A, per sbloccare una partita che sembrava ancorata sullo zero a zero. La prestazione dei ragazzi di mister Giampaolo, però, non è stata all’altezza delle precedenti. La solita scarsa precisione in attacco è stato il leit-motiv, ancora più accentuato, in questa gara, dal fatto che la Reggina ha saputo bloccare le nostre fonti di gioco, rendendo quindi i nostri schemi piuttosto prevedibili. Non importa, va bene anche così, lo avevamo già detto in occasione delle ultime quattro partite perse. L’enorme quantità di elogi non ci ha portato nessun punto, oggi gli elogi (o almeno una parte di questi) sono andati agli avversari, e a noi sono andati i punti. Siamo contenti, anzi felici, di questo girone d’andata record del Siena. Siamo lontani, per ora dalla zona calda, e i margini di miglioramento ci sono tutti, partendo dalle cose buone viste finora, prima tra tutte l’esplosione di un autentico fuoriclasse che risponde al nome di Camilo Zuniga, oggi irresistibile. Non chiediamo, come al solito, la luna. Sappiamo bene di essere il Siena è non il….Manchester City, vorremmo magari qualche ritocco importante in avanti, per trovare la concretezza della mole di gioco che esprimiamo. In attesa di rivedere Massimo Maccarone correre a braccia alzate sotto la curva, ci godiamo Super Mario, vero esempio di serietà professionale. Grazie e cento di questi giorni ancora. (Antonio Gigli) Fonte Fedelissimi