Aumenta il pubblico in serie B

Dopo le prime 12 giornate le presenze negli stati sono aumentate del 14% rispetto allo stesso periodo del 2012-2013, ottenuto anche con scelte azzeccate come quelle dell'ultimo turno, giocato per buona parte nella giornata festiva di venerdì 1 novembre e che ha dato buoni risultati di pubblico.
Stando ai dati forniti dalle società che hanno giocato in casa il turno dei "Santi", quella di venerdì è stata la seconda giornata più frequentata da inizio campionato: 73.290 gli spettatori che sono entrati negli stadi, secondi solo agli oltre 82.200 della prima giornata e meglio dei 72.130 del turno domenicale dell'8 settembre.
Fino ad oggi la partita più affollata è stata l'open day di Reggio Calabria fra Reggina e Bari, con 14.713 spettatori, dove la squadra di casa festeggiava anche il centenario della fondazione. La meno seguita Bari-Modena giocata alla seconda giornata con soli 936 presenze.
Fino a questo momento la media spettatori più alta è del Cesena con 10.577 spettatori, seguita subito dal Palermo con 10.081, Pescara 9.493, Avellino 8.429,  Spezia 6.174, Reggina 6.054e Siena 5.854. La squadra meno seguita è il Carpi con una presenza media di 1.916 spettatori.
Questi dati evidenziano che gli sportivi italiani preferiscono andare allo stadio alla domenica. La serie B al sabato, se da un lato ha maggiore ascolto sulle pay tv, dall'altro viene penalizzata dalle presenze sulle tribune dei fatiscenti stadi italiani.

Fonte: Fedelissimo online