Atzori: Punto importante, figlio di una prova di carattere

Queste le dichiarazioni del mister bianconero Gianluca Atzori dopo il pareggio di Santarcangelo.

“Ci portiamo a casa questo punto. La gara si è messa subito in salita e il campo non ci ha certo aiutato. Giocando in rimonta potevamo perdere la testa, invece siamo rimasti in campo anche con quella. Siamo stati bravi a pareggiarla: l’atteggiamento e il carattere della squadra mi sono piaciuti molto. Comunque complimenti al Santarcangelo: il Mazzola sarà un campo difficile per tanti. Il gol loro? Sinceramente dalla panchina non avevo la profondità per capire se i difensori si sono mossi in maniera corretta o no. Mi dispiace perché prendere gol così non va bene, ci serva da lezione. Nei primi dieci minuti abbiamo avuto due palle gol che dovevamo sfruttare, almeno una, perché poi capita che le partite si mettano male, come è successo. Nella foga di rimediare poi rischi di sbagliare i tempi. I fuorigioco sbagliati? Ho detto a Daniele di salire, ma non eccedere proprio in virtù del fatto che qualcosa non andava, non volevo i ragazzi cadessero nella trappola. Con le sostituzioni sono passato al 4-3-1-2 per recuperare la partita e poi vincerla, ho rischiato tutto il parco attaccanti a disposizione. Il rigore non lo so se c’era, dovrei rivedere le immagini, ma non voglio fare alcuna polemica. La miglior partita di Bonazzoli? Emiliano ha bisogno di continuità per entrare in forma, ci sta riuscendo, ma sta a noi gestirlo in settimana. Mi è piaciuto molto anche Libertazzi, e anche Mendicino ha fatto bene, i ragazzi davanti sono stati belli tosti. Per le caratteristiche dei giocatori negli ultimi venti minuti siamo stati più offensivi noi, ma i due moduli erano uguali, avevamo le stesse possibilità del Santarcangelo di centrare il risultato. Il parapiglia finale? C’è stato un disguido su una palla da mettere fuori, con Lamberto siamo amicissimi, nessun problema”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line