Atalanta e Siena rafforzano la leadership – I pronostici di alcuni addetti ai lavori

L’ultima giornata di campionato ha ribadito la superiorità di Atalanta e Siena che, con due vittorie e la concomitante sconfitta del Novara, hanno guadagnato un significativo margine sulla diretta inseguitrice.
Molti addetti ai lavori vedono così confermate le loro previsioni, anche se la strada da compiere è ancora lunga.

Bepi Pillon (ex allenatore del Livorno)

“Secondo me Atalanta e Siena vanno in A dirette, con Novara e Varese già nei playoff, per il resto è tutto da vedere: il Livorno ha buone probabilità di entrarci".

 

Marco Gorzegno ( giocatore dell’Empoli)

 "Il Siena è una squadra forte. È una compagine veramente forte, sicuramente arriveranno in fondo".

 

Pierpaolo Bisoli (ex allenatore del Cesena)

“Siena e Atalanta erano le predestinate e stanno confermando il loro valore. La promozione non gli sfuggirà”

 

Simone Tiribocchi (ex bianconero, attaccante dell’Atalanta)

«Se capita nuovamente che Atalanta e Siena vincono e il Novara perde il campionato è finito, perché le altre squadre dovranno iniziare a pensare ai playoff.”

 

Elio Gustinetti ( ex allenatore dell’Ascoli)

"Atalanta e Siena sono le due squadre più competitive del campionato e ovviamente le favorite per la promozione diretta."

 

Roberto Cravero (ex capitano del Torino)

In B credo che i giochi siano ormai fatti: Atalanta e Siena sono le squadre che saliranno nel massimo campionato".

 

Sergio Pignoni (ex DS del Vicenza)
“La lotta finale comprenderà Atalanta e Siena, le favorite per andare in A direttamente: queste due squadre hanno un potenziale maggiore rispetto al Novara, che secondo me finirà al terzo posto”.
 

Mario Mattioli (giornalista RAI)

Atalanta e Siena le favorite per la A diretta. Il Varese e il Novara, causa alcuni passi falsi, sono le squadre che tengono aperto il campionato, impedendo che fra il terzo e il quarto posto ci sia un divario di dieci punti che non farebbe disputare i playoff.

 

Totò De Falco (ex bianconero e DS del Piacenza)

“Mi sono già espresso in merito e confermo: Siena e Atalanta sono di un altro pianeta, andranno direttamente in serie A”

 

Alessandro Sgrigna (centrocampista del Torino)

"L’Atalanta è la super favorita, poi ci metto il Siena. I playoff invece se li giocheranno Varese e Novara li vedo bene, la prima è una squadra cattiva, attenta, la seconda dal punto di vista tecnico è più forte. Poi ci metto il Torino e perchè no? Il Vicenza. Ne sarei felice, sarebbe bello avere tutte e due ai play off".

 

Josè Carlos Tofolo detto Alemao (attaccante del Varese)

“Credo che Atalanta e Siena saranno quelle che saliranno. Poi c’è anche il Novara che è un ottima squadra ma anche il Vicenza sta risalendo molto in classifica e credo che per i play-off ci siano anche loro.”

 

Cris Gilioli (attaccante del Modena)

"Atalanta e Siena secondo me hanno una marcia in più, soprattutto i bergamaschi sono nettamente favoriti. Tutte le altre se la giocheranno ai play-off e lì la lotta sarà apertissima: anche noi e il Sassuolo non siamo di certo tagliati fuori"

 

Andrea Bruniera (vice allenatore del Piacenza)

"L’Atalanta, oltre ad avere l’esperienza come il Siena, ha in più una forza fisica straripante ma ritengo che il Novara possa dare fastidio fino all’ultimo. E’stato protagonista di un exploit da applausi, ma continua a giocare bene e può contare anch’esso su ha individualità di spessore".

 

Federico Piovaccari ( attaccante del Cittadella)

“Il campionato non è chiuso, però penso che Atalanta e Siena hanno qualcosa in più sia rispetto a Novara e Varese. A livello di organico sono superiori e questo alla fine farà la differenza da ora alla fine”.

 

Marino Magrin (ex giocatore)

“Per quanto hanno dimostrato fino ad ora Atalanta, Siena e Novara sarebbe giusto non giocare i play-off grazie a quei 10 punti di scarto tra terza e quarta che manderebbero in serie A queste tre. In ogni caso credo che i nerazzurri abbiano un potenziale talmente elevato da poter essere promossi da primi classificati e magari anche con un buon margine se non sulla seconda, quantomeno sulla terza. Poi le altre per coltivare qualche speranza devono affidarsi all’ottimo Varese che in questo momento fa da “collante” tra le prime e le altre.”

 

Fonte: Fedelissimo Online