Aspettando l’Atalanta

Come se fosse uno studente del liceo. Superata brillantemente la prova Udinese, adesso resta solo l'esame di matematica (aritmetica). Per quello occorrerà pazienza e dare tempo al tempo. Poi, alla fine, l'alunno Siena potrà festeggiare la piena maturità. Che nel calcio si traduce con salvezza. Intanto professor Sannino continua a bacchettare i suoi studenti e a prendere la classifica con le molle. "L'obiettivo non è ancora raggiunto. Mancano ancora 4-5 punti". E poi? Poi si potrà brindare al settimo "scudetto" in assoluto, il primo della gestione Mezzaroma. E forse anche il più bello, perchè mai prima di ora la Robur era volata così in alto alla trentesima curva del campionato. Siena batte Udinese – la società con l'area scouting che ogni anno inventa plusvalenze da sogno – con undici giocatori italiani. E il match winner è un ragazzo di 21 anni che tanto piace alle grandi. Mattia Destro, classe 91', il nuovo che avanza. Vince il duello a distanza con l'infinito Di Natale, realizza il secondo sigillo consecutivo, il settimo stagionale. Senza calci di rigore, per dire, ha segnato quanto Calaiò. Così, adesso, non serviranno più tour de force e accelerazioni stressanti, ma dei piccoli passi, uno alla volta. Domenica e mercoledì, in agenda, c'è una doppia interrogazione, tutta neroazzurra e tutta in Lombardia. Prima l'Atalanta, poi l'Inter, nel giro di quattro giorni. Ma il Siena ha studiato bene, saprà farsi trovare pronto anche stavolta. Non serviranno giustificazioni, o assenze strategiche. Non servirà temporeggiare, o rimandare ancora una volta l'esultanza. Preparate lo spumante, tifosi bianconeri. Perché tra poco ci sarà da festeggiare una completa, e meritata, maturità.
Precedenti e curiosità – Atalanta-Siena non è soltanto una normale partita calcio. E' il continuum del duello a distanza inaugurato l'anno scorso in serie B. E' la sfida tra le quarte miglior difese del campionato, meglio di loro solo Milan, Juventus e Udinese. E' il confronto tra Colantuono e Sannino, due tecnici in ascesa ma snobbati, finora, dalle grandi. Sannino ha sempre pareggiato contro l'Atalanta. Colantuono, contro i bianconeri, se si esclude due occasioni, lo stesso. Ecco perché il pareggio, di fatto, è il pronostico più probabile. L'x in schedina è quotato a 2.50 dai bookmakers, mentre il risultato più gettonato, l'1-1, è pagato a 5.50. Tre vittorie per i neroazzurri e 6 pareggi. E' questo il poco confortante responso dei precedenti tra Atalanta e Siena. La Robur, dunque, non ha mai vinto a Bergamo. Anche il confronto delle reti segnate pende a favore degli orobici: 12-7. Sia la prima che l'ultima delle gare disputate sono state effettuate in serie B.  Nella stagione 1935/36 finì 2-2, nel 2010/11 terminò 0-0. L'ultima in serie A si giocò due anni fa. Vinse l'Atalanta, con gol di Valdes e Ferreira Pinto, ma non servì ad evitare la retrocessione ad entrambe. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fedelissimo Online